Mertens ed il trucco della Dea Fortuna: ora tieni gli occhi ben chiusi

“La Dea Fortuna ha un segreto, un trucco magico. Come fai a tenere sempre con te qualcuno a cui vuoi molto bene...?"
31.05.2020 12:44 di Arturo Minervini Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Mertens ed il trucco della Dea Fortuna: ora tieni gli occhi ben chiusi

(di Arturo Minervini) - La Dea Fortuna ha un segreto, un trucco magico. Come fai a tenere sempre con te qualcuno a cui vuoi molto bene?”. Prendete questa frase, tenetela lì. Chi ha già visto il film di Ferzan Özpetek conoscerà già la risposta, ma siamo sicuri che non farà la spia. Perché di ogni storia, si vuol conoscere il finale. Forse abbiamo troppa fretta di conoscerne il finale. Ne ignoriamo il vissuto. Le pieghe. Le rughe. Gli sbadigli, che pure ti piacevano se ci pensi bene. Ma bene per davvero. Il segreto, come sempre, è prestare attenzione.

Scrivere di Dries Mertens, ora, è più leggero. Perché ad un’avventura sbalorditiva, va ora legandosi un finale degno. Quello agognato da ogni romantico. Solenne e ieratico, formale e da formalizzare il prima possibile con una firma che incatena una volontà. Soldi, bonus, clausole, cavilli, azzeccagarbugli che poco interessano a chi le storie le vuole vivere da un lato differente, come un riflesso dentro al mare. Velato come un tempo mai davvero passato. Insistente al punto da instillare il dubbio che non sempre avevamo ragione, che forse quel riflesso è solo un'opinione che parte dallo stesso presupposto: raccontare. Raccontarsi. Sottostare al bisogno primario di ogni coscienza: essere ascoltati.

Forse voleva semplicemente questo Dries, quando ha danzato sul filo ingannevole del dubbio, ci è rimasto in equilibrio su un piede soltanto, mentre mani nerazzurre tese verso di lui gli offrivano una nuova via d’uscita. Alla fine, però, è stata più forte la voce di dentro. Quella primordiale necessita di cui si parlava prima: il racconto. Ciro e Napoli si sono confidati, l’uno con l’altra. A voce bassa, sibili impercettibili nella notte illuminata dalla luna talvolta guardona altre discreta. Si sono voluti così bene, sin da subito, ma hanno saputo andare oltre il fuoco primitivo della passione. Hanno creato un legame che ha saputo resistere alle tentazione, dirimere ogni contesa affidandola ad un arbitro che non ti inganna mai: il cuore. 

Eccoli, ora sono in un vicolo come tanti. Proprio per questo unico. A condividere un altro ricordo, a promettersi cose belle che saranno poi realtà. Come fai a tenere sempre con te qualcuno a cui vuoi molto bene? Ora se lo chiedono, ed adesso hanno finalmente la risposta. “Devi guardarlo fisso, rubi la sua immagine, chiudi di scatto gli occhi, li tieni ben chiusi. E lui ti scende fino al cuore e da quel momento quella persona sarà sempre con te”. 

“La Dea Fortuna ha un segreto, un trucco magico. Come fai a tenere sempre con te qualcuno a cui vuoi molto bene?”. Prendete questa frase, tenetela lì. Chi ha già visto il film di Ferzan Özpetek conoscerà già la risposta, ma siamo sicuri che non farà la spia. Perché di ogni storia, si vuol conoscere il finale. Forse abbiamo troppa fretta di conoscerne il finale. Ne ignoriamo il vissuto. Le pieghe. Le rughe. Gli sbadigli, che pure ti piacevano se ci pensi bene. Ma bene per davvero. Il segreto, come sempre, è prestare attenzione. Ciro e Napoli si sono confidate, l’uno con l’altra. A voce bassa, sibili impercettibili nella notte illuminata dalla luna discreta. Si sono voluti così bene, sin da subito, ma hanno saputo andare oltre il fuoco primitivo della passione. Hanno creato un legame che ha saputo resistere alle tentazione, dirimere ogni contesa affidandola ad un arbitro che non ti inganna mai: il cuore. Eccoli, ora sono in un vicolo come tanti. Proprio per questo unico. A condividere un altro ricordo, a promettersi cose belle che saranno poi realtà. Come fai a tenere sempre con te qualcuno a cui vuoi molto bene? Ora se lo chiedono, ed adesso hanno finalmente la risposta. “Devi guardarlo fisso, rubi la sua immagine, chiudi di scatto gli occhi, li tieni ben chiusi. E lui ti scende fino al cuore e da quel momento quella persona sarà sempre con te”.

Un post condiviso da Arturo Minervini (@arturo_minervini) in data: 31 Mag 2020 alle ore 2:30 PDT