AUDIO - Dir. Tuttosport presenta Juve-Napoli: "E' uno spareggio Champions! In caso di ko..."

Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport, è intervenuto ai microfoni di Tmw Radio.
06.04.2021 21:40 di Antonio Noto Twitter:    Vedi letture
AUDIO - Dir. Tuttosport presenta Juve-Napoli: "E' uno spareggio Champions! In caso di ko..."
TuttoNapoli.net

Jacobelli: "La società si attende una grande risposta da Pirlo contro il Napoli" - Onofri: "Lukaku è il giocatore che ha dato la svolta all'Inter" - Ospiti: Xavier Jacobelli, Claudio Onofri - Maracanà con Marco Piccari e Cinzia Santangeli

Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport, è intervenuto ai microfoni di Tmw Radio.

Juventus-Napoli partita decisiva per il quarto posto?
"E' evidente che sia importante soprattutto per Pirlo ,anche per gli ultimi risultati. Questa era considerata una sfida scudetto ma si è trasformata in uno spareggio Champions. Per il bilancio è di vitale importanza vincere. Pirlo si attende una risposta dalla squadra e la società si aspetta una risposta importante da Pirlo e dalla squadra. In caso di sorpasso del Napoli, la situazione diverrebbe complicata".

In caso di ko della Juventus, può succedere qualcosa a Pirlo?
"Dipende. In questo momento è difficile fare previsioni. Vedremo come andrà, poi ci sarà un altro spareggio con l'Atalanta più avanti. La Juventus non è abituata a cambiare in corsa. E' normale che una squadra che ha vinto 9 titoli di fila non possa sempre continuare a vincere. Sono stati commessi degli errori da Pirlo e non solo. Una mancata qualificazione alla Champions comporterebbe un ridimensionamento delle ambizioni e anche un mercato in uscita importante".

Davvero rischia la Juve di non andare in Champions?
"Sono dieci partite in cui tutto può accadere. La concorrenza è agguerrita, i posti in palio sono tre, visto che l'Inter sembra lanciata verso lo Scudetto. Questa situazione deve spingere i giocatori della Juventus a reagire. Non c'è in ballo solo la qualificazione alla Champions ma anche una strategia impostata sul rinnovo dell'organico".

Nuovi casi di Covid, perché non si rinvia di nuovo?
"La situazione a ottobre scorso era profondamente diversa. Oggi la partita si deve e si può disputare. La Juve ha tre assenti per Covid, ma sappiamo cosa dispone il protocollo. Bisogna mettersi in testa che con il Covid bisognerà convivere ancora per un po'".