Guai per Osimhen: l'ex agente (e cognato) lo trascina in Tribunale per la commissione nell'affare Napoli-Lille, tutti i dettagli

Victor Osimhen finisce in tribunale. Più precisamente al Tribunale di Ijeka, in Nigeria, nello stato di Lagos, la patria del centravanti del Napoli.
27.06.2022 18:28 di Pierpaolo Matrone Twitter:    vedi letture
Guai per Osimhen: l'ex agente (e cognato) lo trascina in Tribunale per la commissione nell'affare Napoli-Lille, tutti i dettagli
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Victor Osimhen finisce in tribunale. Più precisamente al Tribunale di Ikeja, in Nigeria, nello stato di Lagos, la patria del centravanti del Napoli. Uno degli agenti che ha lavorato all'oneroso trasferimento dal Lille al Napoli, due estati fa, ha deciso di adire le vie legali per colpa di una parte delle commissioni circa l'affare da 71,2 milioni (contropartite incluse) dell'estate 2020 e che ora, tra le altre cose, è finito sotto inchiesta in Francia e poi anche a Napoli a causa del sospetto cambio di proprietà al Lille avvenuto recentemente.

Fatti e protagonisti
L'agente in questione è Osita Okolo, legato anche a parte della famiglia di Victor, di cui è il cognato. Come raccolto per primo dal portale nigeriano OwnGOalNigeria.com e confermato dalle verifiche fatte da Tuttonapoli.net, è in corso una disputa legale perché, secondo l'accusa, ai tempi del passaggio dalla Francia all'Italia l'attaccante classe '98 avrebbe trattenuto parte dei soldi che erano stati promessi a Okolo, con la motivazione che sarebbero serviti ad alcuni membri della sua famiglia, in Nigeria. Glieli avrebbe ridati, diceva, ma l'agente non li ha mai più visti. E, una volta resa pubblica la vicenda in un'intervista rilasciata a novembre scorso, è avvenuto il divorzio definitivo con Osimhen, voluto da quest'ultimo, sottolinea l'accusa.

Le cifre
La nostra redazione ha appurato che le cifre riportate dal portale nigeriano corrispondono alla realtà secondo l'accusa e dunque il signor Okolo. In totale si tratta di 528 mila euro degli 1,3 milioni che sarebbero spettati a Osita Okolo. Il procuratore - membro dell'entourage capitanato da William D'Avila, a cui da accordi scritti sarebbero stati versati un totale di 5 milioni di euro da ripartire con gli altri agenti - sostiene che il 4 gennaio Osimhen ha versato sul suo conto 20 mila euro e null'altro. Adesso vuole la parte restante dei soldi, quando glieli ha chiesti ha sbattuto nuovamente contro il muro del rifiuto alzato dal giocatore.

"Questione che va avanti da un po'".
Per questo Okolo, che oggi è dunque un ex membro dell'entourage, ha citato Osimhen e lo trascinerà così al Tribunale di Ikeja. "Non posso confermare nulla sulla questione, ma sono in Tribunale per una questione che va avanti da un po'. E' tutto ciò che posso dire", si è limitato a dire Osita Okolo a OwnGoalNigeria.com.