Napoli-Liverpool 2-0, le pagelle: impresona contro gli alieni! Kou e Rui blindano la difesa, Dries e Llorente stendono i reds

dal San Paolo, Antonio Gaito
17.09.2019 23:13 di Antonio Gaito Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Napoli-Liverpool 2-0, le pagelle: impresona contro gli alieni! Kou e Rui blindano la difesa, Dries e Llorente stendono i reds

dal San Paolo, Antonio Gaito

Meret 7 - Ancora decisivo! Con un prodigio si allunga e nega il gol a Salah nella ripresa, impedendo al Napoli di andare sotto, dopo una svirgolata di Manolas. Sempre sicuro sulle conclusioni e le palle alte.

Di Lorenzo 7,5 - Dalla C alla Champions in due stagioni. Una storia favolosa che celebra entrando nei migliori in campo della vittoria sui campioni d'Europa. Da terzino bloccato, in stile Maksimovic dell'anno scorso, risulta insuperabile. Esce vittorioso da situazioni rischiosissime e non butta mai via palla come se giocasse da anni a questi livelli.

Manolas 6,5 -  Macchia una prova di grande applicazione, con diverse ottime chiusure, con una svirgolata che non si trasforma in gol solo grazie a Meret. Da quel momento perde un po' di certezze con i piedi.

Koulibaly 8 - Cresce di condizione e torna insuperabile nell'uno contro uno e nel difendere l'enorme porzione di campo alle spalle. Dopo il gol del vantaggio inizia ad anticipare persino i compagni di squadra e allontana ogni pallone.

Mario Rui 8 - Una prova incredibile. Mette la museruola ad un cliente come Salah, nonostante abbia palloni a ripetizione per poter incidere. Salva almeno tre palle gol con delle chiusure acrobatiche. 

Callejon 7 - Partita complessa, sporca, accentrandosi spesso dentro al campo per ristabiliare la parità numerica in mezzo al campo. Viene pressato fino al collo, se la cava come può, poi ha la forza di continuare ad affondare e prendersi il rigore che spacca la partita.

Allan 7 - Torna ad alti livelli, recuperando palloni a ripetizione e dando equilibrio alla squadra. Non ha ancora i 90' ed i crampi lo costringono al cambio (dal 75' Elmas 6,5 - Si piazza centralmente, recupera diversi palloni e fa ripartire l'azione con pulizia e senza troppi rischi. Uno del '99 che era già idolo del pubblico del Fenerbahce non può tremare di fronte alle pressioni)

Fabian 7 -  Secondo tempo incredibile. Quando sembra non averne più, inizia a sgroppare ed a spaccare in due il Liverpool. Nel primo tempo è lui a perdere qualche pallone di troppo, ma perché è anche quello a prendersi più responsabilità sulla pressione dei reds.

Insigne 6 - Spesso il Napoli si appoggia su di lui con un cambio gioco. Sicuramente positivo, anche se non manca qualche brutto errore, come quando perde palla e lancia in porta Manè (dal 66' Zielinski 6 - Non ha un grande approccio, complice la fase difficile del Napoli, ma poi contribuisce alla gestione finale)

Lozano 6 - Qualche buona giocata nell'ambito di una partita complessa, tra i centrali del Liverpool alla ricerca costante della profondità su lanci spesso sono solo rilanci per sfuggire al pressing (dal 68' Llorente 7 - Entra e fa capire a molti che il suo acquisto è stato troppo sottovalutato. Esperienza enorme e grandi qualità nel gestire palla e far sviluppare l'azione quando il Napoli sembra non averne più. Il rigore arriva dopo una palla lunga che riesce a tenere. Poi realizza il 2-0 in una serata che non dimenticherà, prendendosi parzialmente la rivincita sull'ultima finale di Champions)

Mertens 7,5 - Leader tecnico e carismatico. Ogni pallone che gioca punta a favorire i movimenti del reparto. Con enorme generosità ripiega, recuperando anche diversi palloni, infiammando il pubblico e fornendo un esempio positivo ai compagni nei momenti più compessi. Adrian gli nega un super-gol, poi trasforma il rigore senza tremare e incanala la vittoria.