ADL a Radio Capital: "Juve-Napoli? E' giustizia! Pirlo contro la sentenza? Faccia l’allenatore, non voglio dargli del pirla!"

24.12.2020 17:54 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
ADL a Radio Capital: "Juve-Napoli? E' giustizia! Pirlo contro la sentenza? Faccia l’allenatore, non voglio dargli del pirla!"

17.53 - Termina cosi l'intervista al presidente De Laurentiis. 

Ha ricevuto telefonate insolite? "Assolutamente no, soltanto telefonate di solidarietà. Purtroppo in Italia quando si vince ci si attacca al carro dei vincitori. Qui non si trattava di vincere o perdere, ma di ribaltare una decisione sbagliata presa dalla Federcalcio. E' chiaro che abbiamo avuto tante adesioni. Sono un grande estimatore di Mario Draghi, mi ha telefonato per farmi gli auguri di Natale ed il compiacimento per la sentenza. Credo che quello che è accaduto sia nella linea della giustizia. E' romanista? Non vuol dire nulla. Dovremo pregare gli italiani, con questa trasmissione, di essere più vicini a ciò che gli appartiene".

Che ne pensa delle parole di Pirlo riguardo sentenza su Juve-Napoli: "Pirlo dovrebbe fare l'allenatore e basta, e lasciare ai suoi rappresentanti societari ed il suo responsabile della comunicazione e dare una risposta interpretativa ad una sentenza dello Stato. In un casino come quello del Covid, dove lo Stato non si è dimostrato capace di affrontarlo, anteponi una legge dello Sport ad una legge statale? Rischiando il penale? Mi sembra una follia. Pirlo non fa l'avvocato, non conosce certe procedure, tutto quello che è accaduto a livello di protocolli. Non lo deve sapere. Non me la voglio prendere con Pirlo dandogli del pirla. Deve fare l'allenatore". 

La città di Napoli, cosi come quella di Roma, andranno ad eleggere il nuovo sindaco. Si è lanciata la candidatura del presidente della Camera Fico. "Io lo conosco, è una persona di tutto rispetto. Non avrei alcun dubbio. Però io parlo da un altro concetto, è sbagliata proprio la costituzione italiana e le regole. Se sei il primo cittadino di una città devi essere super pagato, non puoi avere una cravatta che non ti sai fare nemmeno il nodo. Rappresenti una città intera ed hai uno stipendio da 4500 euro al mese, non esiste! O sei un pazzo o uno che ruba. Virginia Raggi? Ma è stata un disastro. Ho grande rispetto per Milano, ma cosa c'entra il paragone con Roma? Dobbiamo imparare ad unificarci, se non ci unificheremo non andremo da nessuna parte".

17.41 - Ecco il presidente: "Il Covid è stato purtroppo un evento epocale, che nessuno poteva immaginare. E' stato un qualcosa che ha risvegliato le coscienze, ci ha posto prepotentemente a tanti perchè. Uno fra tutti, l'inadeguatezza dello Stato nella gestione di un mandato affidatogli dagli italiani, il mandato di saper gestire la res pubblica e la salute pubblica. Abbiamo fatto acqua da tutte le parti. Conte-Arcuri? La colpa principale è in noi italiani, sono stati troppo dormienti per troppi decenni. Abbiamo avuto delle piccole panacee qua e là, l'arrivo della tv negli anni '50, il boom economico negli anni '60, cose che hanno dimenticato un popolo che ha dimenticato di non essersi mai realmente unificato. Questa diversità tra Nord e Sud avrebbe creato un gap competitito a livello europeo. Ci hanno messo alla berlina. Ricorderà cosa siamo stati e cosa siamo nella moda, c'è l'artigianato, la ristorazione, i grandi marchi come Ferrari, Maserati, Lamborghini, eccelliamo in tutto ciò che rappresenta il bello".

17.22 - Amici di TuttoNapoli buona vigilia di Natale! Tra poco il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis parlerà ai microfoni di Radio Capital, seguite le sue dichiarazioni su TuttoNapoli!