Il punto di Martino a TN: "Mancano solo 3 punti, ma Ancelotti si affidi al centravanti! Zielinski-Milik, incognita rinnovi! Insigne fuori forma? C'è dell'altro..."

Carmine Martino, giornalista Mediaset, è il radiocronista storico del Napoli: potete seguirlo e vivere ogni sfida in diretta su Kiss Kiss con la sua voce
10.10.2019 07:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Il punto di Martino a TN: "Mancano solo 3 punti, ma Ancelotti si affidi al centravanti! Zielinski-Milik, incognita rinnovi! Insigne fuori forma? C'è dell'altro..."

"Si sta facendo un processo esagerato al Napoli. Come al solito la piazza reagisce in maniera incredibile ai momenti di difficoltà". Predica calma, nel suo consueto editoriale per Tuttonapoli.net, il giornalista Carmine Martino, lucido nell'analisi del momento azzurro dopo due 0-0 di fila con prestazioni tutt'altro che esaltanti. I motivi sono diversi.

Ad esempio? "La condizione fisica di due pedine fondamentali come Koulibaly e Allan, impegnati fino a poche settimane fa con le rispettive Nazionali. E poi la scarsa forma di Insigne, Zielinski e, aggiungo, anche Milik. Fateci caso: quando la squadra gioca in 11 è capace di qualsiasi impresa, come la vittoria sul Liverpool, ma quando a raggiungere la sufficienza sono solo 8 calciatori fatichi a battere il Torino. Probabilmente al Napoli mancano solo i 3 punti col Cagliari: ora si ritroverebbe a -2 dall'Inter e a -3 dalla Juve con lo scontro diretto da giocare al San Paolo". 

Ancelotti ha qualche colpa? "Forse, ma è un parere personale, dovrebbe schierare sempre una prima punta di peso. Quando si affida ai piccoletti l'attacco non esprime tutte le potenzialità che ha. Per il resto, sta facendo ciò che deve fare. Secondo me non sta neanche cambiando tanto. Ha un'idea di gioco che porta avanti e cambia modulo anche per venire incontro ai giocatori in attesa di una soluzione definitiva". 

Cosa succede a Insigne? "Era partito bene, poi ha avuto un calo. Ho sentito il suo procuratore, ha parlato di problemi di forma tra settembre e ottobre, è un'ipotesi da seguire con grande attenzione. Ma credo ci sia anche dell'altro: Insigne è ancora alla ricerca di una giusta collocazione all'interno di questa squadra. Sembrava dovesse andar via, poi è rimasto e ha chiesto di cambiare ruolo, è stato accontentato ma continua ad avere difficoltà".

La critica non ha risparmiato neppure Lozano. "In questo momento è impalpabile. Chi lo conosce ne parla un gran bene, allora credo debba solo avere il tempo necessario per ambientarsi in un calcio che non ancora gli appartiene. Quando si sentirà a suo agio e quando ritroverà una condizione brillante, sono sicuro che scopriremo un altro tipo di calciatore. O almeno me lo auguro. Così come mi auguro venga recuperato Milik: è un ottimo attaccante ma non sta vivendo un bel momento dal punto di vista psicologico. Le occasioni di Genk non le avrebbe mai fallite. Forse incide anche il discorso rinnovo...".

In che senso? "Milik e Zielinski stanno trattando il rinnovo e forse in campo risentono di questa situazione. Viceversa, Mertens e Callejon, essendo adulti e più esperti, sono spinti a dare ancora di più avendo il contratto in scadenza".