TN - La chiave tattica di Del Genio: "La Juve non domina 90', il Napoli dovrà sfruttare le fasce. Ora servono i gol, Milik non va lasciato solo: fondamentali le mezzali"

La chiave tattica di Napoli-Juventus è affidata come al solito a Paolo Del Genio, che nel giorno della sfida del San Paolo parla a Tuttonapoli.net
26.01.2020 07:42 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
TN - La chiave tattica di Del Genio: "La Juve non domina 90', il Napoli dovrà sfruttare le fasce. Ora servono i gol, Milik non va lasciato solo: fondamentali le mezzali"

"Il 4-3-1-2 che sta utilizzando Sarri contro il 4-3-3 di Gattuso. Sarri sta giocando sempre con un trequartista dietro due punte. O gioca Ramsey o Douglas Costa, raramente invece giocano Dybala, Higuain e Ronaldo. Questo permette alla Juventus di avere più densità nella zona centrale e di poter sfruttare le qualità tecniche dei suoi giocatori offensivi anche con l'inserimento delle mezzali". La chiave tattica di Napoli-Juventus è affidata come al solito a Paolo Del Genio, che nel giorno della sfida del San Paolo sulle colonne di Tuttonapoli.net analizza così quello che potrà essere il match e presenta i pericoli della formazione di Sarri, ricordando che in fase difensiva a volte può andare in sofferenza: "Però lascia un po' di campo sulle zone esterne, non avendone né a centrocampo né in attacco, per questo devono sacrificarsi i centrocampisti con gli scivolamenti. E lì la Juve può patire un po'. Se non ha dominio della partita, che riesce ad avere per larga parte di un tempo ma mai per tutti i 90 minuti, va in difficoltà. Si tratta di una squadra pericolosissima quando ha il controllo con le qualità tecniche e le capacità realizzative, mentre va un po' in sofferenza quando perdono il controllo".

Qual è la differenza tra la Juventus di Sarri e quella di Allegri? In tanti dicono che non sono poi così diverse. "E' proprio questa che ho appena detto la novità rispetto agli anni scorsi, quando la Juve poteva difendere anche per un'ora nella propria metà campo, senza concedere palle gol. Quest'anno con Sarri né concede qualcuna di troppo. E' migliorata rispetto alla Juventus di Allegri nella qualità negli ultimi 50 metri. Ma è peggiorata nella sicurezza nella propria metà campo".

Che tipo di partita dovrà fare il Napoli? "Bisognerà fare una gara intelligente. Il Napoli deve avere la fortuna e la bravura di migliorare la sua disastrosa media realizzativa. E' fondamentale farlo perché le occasioni ci saranno, ma non credo che saranno tantissime. Spesso quest'anno abbiamo visto la squadra arrivare a costruire palle gol, senza però concretizzarle. E ultimamente si è fatto fatica anche a costruire. La Juve si può attaccare sugli esterni con le sovrapposizioni dei terzini e gli inserimenti delle mezzali, che dovranno accompagnare e non lasciare isolato Milik. Sarà importante sfruttare sulle corsie esterne, soprattutto sulla loro destra, visto che dovrebbe esserci Cuadrado che è un calciatore adattato a quel ruolo. Anche lì si potrà far male".