Quando capisci che è cambiato il vento

Sofferta ma bellissima ancora una volta
08.11.2022 20:30 di Francesco Molaro Twitter:    vedi letture
Quando capisci che è cambiato il vento
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

In altri tempi non avresti vinto, in altri tempi rischiavi anche di uscirne sconfitto. Queste sono le gare che cambiano una stagione e ti fanno capire che tutto può succedere. Non è un primo tempo facile. Un primo tempo dove l’Empoli è praticamente chiuso a riccio. Il Napoli sbatte sul bus davanti a Vicario e con poche idee prova a giocarsela. Raspadori largo a sinistra funziona poco. Politano e Di Lorenzo a destra invece cerano, anche tanto ma non trovano la palla giusta da servire a centro. Osimhen lotta, ci prova ma il Napoli non riesce a superare il momento. l’Empoli aspetta, picchia e prova a ripartire senza troppa foga. Spalletti urla, si sbraccia ma l’unica occasione vera arriva al 45 con Raspadori che prova il tiro a giro che esce di pochissimo. La ripresa è tutt’altra cosa.

Il Napoli soffre ancora e tanto. l’Empoli è chiuso a riccio. Sembra stregata e invece Osimhen si inventa una giocata che porta al fallo in area. Rigore che si prende la responsabilità pesante di tirare Lozano. Il messicano batte Vicario che la tocca ma la sfera finisce in rete. La partita cambia e l’Empoli prova a reagire ma il Napoli gestisce e fa girare la palla. Luperto si fa espellere e il napoli con l’uomo in più chiude un match difficilissimo. Lozano, ottimo il suo impatto, cerca in area Osimhen ma la palla finisce a Zielinski che non sbaglia. Sofferta ma ancora più bella, sofferta ma decisiva per continuare ad essere primi senza intoppi. Sofferta anche perché le partite giocate ora sono tante e anche il nostro Napoli ha bisogno di riposo.