L'ex Udinese Pepe: "Il Napoli ha il proprio destino tra le mani, molto dipenderà dalla Champions"

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Simone Pepe, ex calciatore dell'Udinese.
07.12.2019 15:00 di Gennaro Di Finizio Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
L'ex Udinese Pepe: "Il Napoli ha il proprio destino tra le mani, molto dipenderà dalla Champions"

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Simone Pepe, ex calciatore dell'Udinese: "Il primo gol con l'Udinese l'ho segnato contro il Napoli, di sinistro, un tiro così strano che se lo riprovo 100 volte, quel pallone non entra mai!".

Su Udinese-Napoli. "Entrambe vivono un momento non positivo, ma differente. L'Udinese non è una squadra forte come negli anni precedenti, il Napoli invece è forte ed ha il destino tra le mani. L'ambiente deve ricompattarsi perchè il Napoli può tornare in vetta alla classifica, nella zona Champions. Il passaggio fondamentale sta nelle coppe europee perchè chi andrà avanti tra Champions ed Europa League potrà perdere qualche punto in campionato".

Maran per il Napoli. "Maran non credo possa essere l'allenatore giusto per il Napoli, in questo momento. Il Napoli ha bisogno di qualcosa in più e non me ne vogliano Cagliari e Chievo, ma non possiamo paragonare queste piazze al Napoli".

Sullo Scudetto. "Anche in questo caso dipenderà dalle coppe europee perchè se l'Inter si concentrerà solo sul campionato potrà dire la sua fino alla fine. Ho avuto Conte e posso dire che quando può preparare le partite in una settimana è devastante, ma dovrà fare i conti con questa Juve è la più forte di sempre".