Pres. Salernitana: "Cavani? Un sogno, ma alle volte si realizzano. ADL? C'è grande affinità"

"E’ un giocatore svincolato, magari non vuole più avere la pressione delle squadre di cartello della Champions o di quelle che lottano per vincere i campionati".
25.05.2022 20:30 di Antonio Noto Twitter:    vedi letture
Pres. Salernitana: "Cavani? Un sogno, ma alle volte si realizzano. ADL? C'è grande affinità"
TuttoNapoli.net
© foto di TuttoSalernitana.com

Il presidente della Salernitana, Danilo Iervolino, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Tutti mi avevano sconsigliato di prendere la Salernitana, perché sarebbe stata una squadra sicuro retrocessa. Anzi molti dicevano: ‘Andate ordinatamente in Serie B’, ho risposto: ‘Noi non ci andiamo, ma se proprio dovessimo andarci ci andremo scompostamente perché abbiamo coraggio, vogliamo lottare e ci crediamo. A Salerno c’è passione e un’energia incredibile, una tifoseria magica, e tutto questo ha portato alla grande impresa che va oltre a quella calcistica.

Nicola e Sabatini? Mister Nicola ha un’energia incredibile, riesce a dare una carica e una concentrazione ai calciatori incredibile. Sabatini è invece una leggenda, una visione. E’ lui che ha creato questa geometria ed ha individuato i calciatori. Quindi abbiamo creato un team che può aspirare ad avere una squadra che possa restare in Serie A molto a lungo.

Futuro? Il ds Sabatini ha già in mente tante cose, ne stiamo parlando. Devo dire che avendo tempo e riuscendo a programmare meglio, le cose saranno differenti.

Cavani? E’ un sogno. E’ un giocatore svincolato, magari non vuole più avere la pressione delle squadre di cartello della Champions o di quelle che lottano per vincere i campionati. Lo accoglieremmo a braccia aperte, so che è una cosa difficile, sembra impossibile. Però perché no, alle volte i sogni di realizzano.

Collaborazione stretta col Napoli? Penso sia una cosa importantissima che ci siano due squadre campane in Serie A.  E’ la dimostrazione che anche qui al Sud si fanno le cose fatte bene, diamo il benvenuto anche al Lecce. Sicuramente c’è grande affinità elettiva col presidente De Laurentiis, vogliamo creare un ponte tra le due squadre nel rispetto di una sana competizione e cancellare completamente quei minimi rancori e guerriglie social che non ci portano da nessuna parte. Devono essere totalmente stigmatizzate ed eliminate, perché fanno male alle due squadre, alle due tifoserie e alle due città”.