L'Inter sbanda con le riserve: Inzaghi corre ai ripari e rimonta da 0-3 a 3-3

L'Inter, in campo a Lisbona con otto novità rispetto alla formazione vista contro la Juventus, infarcita di seconde linee.
29.11.2023 23:05 di Antonio Noto Twitter:    vedi letture
L'Inter sbanda con le riserve: Inzaghi corre ai ripari e rimonta da 0-3 a 3-3
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

L'Inter, in campo a Lisbona con otto novità rispetto alla formazione vista contro la Juventus, infarcita di seconde linee perché la gara conta quasi nulla e Simone Inzaghi pensa comprensibilmente al Napoli, rischia la figuraccia. Il primo tempo è un assolo del Benfica, venato da marchiani errori nerazzurri. Lo firma tutto Joao Mario, il secondo giocatore nella storia della Champions a segnare una tripletta all'Inter, sua ex squadra, dopo Gareth Bale. Se i muri degli spogliatoi del Da Luz potessero parlare, vi sapremmo raccontare cos'ha detto lo stesso Inzaghi ai suoi giocatori durante l'intervallo: dalla pancia dello stadio portoghese, dove non molti mesi fa i nerazzurri hanno costruito parte del percorso verso Istanbul, esce una squadra non rinnovata negli uomini ma del tutto cambiata nella mentalità.

In 25 minuti, Marko Arnautovic, Davide Fratesi e Alexis Sanchez firmano una rimonta a quel punto clamorosa, non culminata nella vittoria degli ospiti nonostante i ripetuti tentativi nel caldissimo finale. Per il primo posto, si diceva, servirà battere i baschi: non vincendo, l'Inter non si è regalata i due risultati su tre, i calcoli stanno a zero. Pareggiando dopo aver rischiato l'imbarcata - basti pensare che nelle quattro gare precedenti l'Inter aveva subito solo due gol e il Benfica ne aveva segnato appena uno - sono arrivate parte delle risposte che Inzaghi si aspettava dalle sue alternative: c'è da crescere, ci sono svarioni che restano tali. E senza la sua spina dorsale (prima volta senza nessuno tra Barella, Calhanoglu e Mkhitaryan fra i titolari) l'Inter proprio non si riconosce.