Gattuso non violerà una legge sacra del calcio

07.05.2021 16:27 di Arturo Minervini Twitter:    Vedi letture
Gattuso non violerà una legge sacra del calcio
TuttoNapoli.net
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Vige una legge non scritta, una consuetudine quasi inviolabile se non si vuole stuzzicare gli dei del pallone. È la grazia del gol, che non può essere intaccata, che va cavalcata come onda che può portarti fino alla riva che ospita i tuoi sogni.

Victor Osimhen in questo momento è avvolto da quel bagliore lì, luce tipica del bomber che è entrato in una dimensione differente. Come un tiratore a pallacanestro che improvvisamente immagina che al posto dell’anello con circonferenza da 45 centimetri ci sia una vasca da bagno.

On fire il buon Vittorio, che dal 3 aprile ha segnato in 5 gare delle 7 giocate, fornendo 1 assist e conquistando un calcio di rigore nella sfida sul campo della Juventus. In 463 minuti giocati nell’ultimo mese una media di un gol ogni 92,6 minuti. 

A fare da contraltare allo stato di forma esplosiva del nigeriano, il momento di appannamento di Mertens, che anche contro il Cagliari è entrato con piglio troppo morbido a gara in corso. Considerazioni che, sommate, danno un risultato quasi scontato: Osimhen sarà il centravanti titolare anche nella trasferta sul campo dello Spezia. D’altronde, Gattuso è uomo di campo e sa bene che la grazia del gol non può essere violata…