L'AZ vale l'Ajax ed è l'unica squadra a cui il Napoli non ha tirato in porta

01.12.2020 16:00 di Antonio Gaito Twitter:    Vedi letture
L'AZ vale l'Ajax ed è l'unica squadra a cui il Napoli non ha tirato in porta

Il titolo sorprenderà molti, anche se l'ultimo campionato è stato stoppato con l'AZ a pari punti con l'Ajax e da allora non ha effettuato cessioni. Ciò che conta però non è convincere tifosi o gli stessi addetti ai lavori (che continuano a snobbare la formazione olandese, dominante nell'ultima sfida con la Real Sociedad), ma che Gattuso riesca a trasmettere alla squadra le difficoltà della sfida di giovedì e di un girone tutt'altro che definito, visto che sia AZ che Real Sociedad dovranno affrontare il Rijeka, e che sin dal momento del sorteggio nascondeva delle insidie per delle rivali non di grandissimo nome ma di buonissima qualità. Come talvolta accade in Europa League generando risultati a sorpresa.

COME L'AJAX - Sì, le difficoltà di inizio stagione - dovute anche al Covid che ha dimezzato ad un certo punto la rosa - non devono far dimenticare che l'AZ era lanciata verso il titolo, giocando un grande calcio, prima dello stop al campionato quando era prima con l'Ajax. Seconda per differenza reti, è finita ai preliminari di Champions e poi in Europa League. Non a caso è in netta ripresa: viene da 4 vittorie di fila in Eredivisie, di cui 3 senza prendere gol. Nulla di trascendentale, ovviamente, ma una formazione strapiena di nazionali Under 21, qualcuno già passato in nazionale maggiore proprio nelle ultime settimane e che è cresciuta come tutte le formazioni giovanissime anche nel corso dello stesso girone d'Europa League.

AZ MIGLIOR SQUADRA AL SAN PAOLO - Il Napoli potrebbe aver sottovalutato l'impegno (per il nome non blasonato dell'avversario o per la notizia dei casi Covid che in realtà riguardavano un solo titolare, Boadu), ma mai ha creato così poco finora al San Paolo (Milan compreso) e vedendo AZ-Real Sociedad, finita 0-0 solo per l'imprecisione sotto porta, una traversa e le parate del portiere spagnolo, la sensazione è di una squadra completa, a livello tecnico, fisico ed anche tattico, capace di mettere in difficoltà il Napoli e la prima in Liga sia con la pressione alta che costruendo dal basso. L'AZ, che molta ironia suscitò al momento del sorteggio, non solo non è una squadra materasso ma è convinta - come la stampa olandese - di superare il girone.