Le tre palle di mio nonno. Che non era un flipper...

"Poi la mente si raffredda, il cuore pulsa meno sangue, qualche vena si sgonfia e devi fare i conti con un briciolo di razionalità".
14.12.2021 19:29 di Arturo Minervini Twitter:    vedi letture
Le tre palle di mio nonno. Che non era un flipper...
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

L’avrete già capito dal titolo: è un articolo in cui si parla dei ‘Se’. Oh, ma mica è vietato? Nel mondo degli infallibili, degli intoccabili, dei coach motivazionali che ti vogliono pure insegnare cosa mangiare a colazione, c’è ancora spazio per i ‘Se’? Sarà pure da perdenti, come se perdere poi nello sport sia qualcosa che svilisce l’animo di chi partecipa ad una sana competizione, però ogni tanto bisogna fare quattro chiacchiere sulle cose che potevano andare diversamente e non sono andate.

Perchè dopo l’Empoli eravamo proprio nervosi. Macché: incazzati neri. Al punto che ci sembrava tutto finito e che è i 36 punti in classifica erano buoni giusti per una salvezza tranquilla. Non esiste equilibrio nei commenti a caldo, sono meravigliosi i commenti a caldo. Poi la mente si raffredda, il cuore pulsa meno sangue, qualche vena si sgonfia e devi fare i conti con un briciolo di razionalità.

Che Napoli è stato quello con l’Empoli? Orribile? Discreto? Decente? Sufficiente? Mediocre? Scarso? Impresentabile. Ecco, prendetevi qualche secondo per rifletterci. Fate una pausa, camminate pure un pochino che aiuta la circolazione. Perchè poi se ci pensiamo bene, per quello che era il livello di stanchezza e le assenze, poi al Napoli non è che gli si possa dire troppo. Ha tirato 30 volte in porta, ha pagato la scarsa vena realizzativa degli esterni d’attacco (quello sì, sta diventando un problema) ed escluso il gol da funambolo di Cutrone non aveva dato troppo lavoro a Ospina.

Quindi, qualche SE, possiamo pure giocarcelo...

Perchè SE il tiro di Elmas va in porta e non sulla traversa…

Perchè SE il tiro di Petagna va in porta e non sul palo…

Perchè SE a Zielinski dopo 22’ non arrivano i problemi respiratori…

Perchè se dalla panchina avessi avuto gente in condizioni e non tutti reduci da infortuni o Covid…

Ora questo non vuole essere un endorsement forzato a Spalletti, (Ah, SE Luciano fosse stato in panchina e non in tribuna) ma un motivo di riflessione. A venir meno con l’Empoli non è stata la struttura di questa squadra, piuttosto le componenti essenziali di questa struttura. Vuoi per le assenze forzate, per quelle sopraggiunte. Vuoi per la precaria condizione di chi si è trovato a dover dare il 100% avendo a disposizione appena il 50% (o forse meno). Tutto questa disquisizione per dire che la sconfitta è dolorosa, ma non è in discussione il concetto di squadra. La solidità di questo gruppo che deve tornare ad essere gruppo: ovvero insieme che possa contare su 20 effettivi e non su 13/14 messi pure male.

Ah, dimenticavo un ultima cosa. Mio nonno non aveva tre palle. E non era nemmeno un flipper. Però son sicuro che qualche volta nella vita anche lui avrà avuto qualche SE per analizzare l’evolversi degli eventi. 

(Se non siete d'accordo, scrivetelo qui)