Ma i calciatori non erano tutti mercenari?

Resta un ulteriore considerazione da aggiungere alle tantissime fatte, che emerge facendo un breve giro dei vari commenti social alle notizie di calciomercato
14.06.2021 12:00 di Arturo Minervini Twitter:    vedi letture
Ma i calciatori non erano tutti mercenari?
TuttoNapoli.net
© foto di Image Sport

Napoli-Hellas, capitolo trecentocinquantaquattro. Se ne parla tanto, se ne parla dovunque. Ancora, sempre. Ne abbiamo parlato anche noi, cercando di dare una lettura razionale a quanto accaduto contro la squadra di Juric.

Resta un'ulteriore considerazione da aggiungere alle tantissime fatte, che emerge facendo un breve giro dei vari commenti social alle notizie di calciomercato. Quando si parla di contratti, di rinnovi, di cifre milionarie, di bandiere che non esistono più si alza un coro unanime: i calciatori sono tutti mercenari. Una sorta di plebiscito, con una percentuale quasi irrisoria di dissidenti sull’argomento.

Ecco, proprio per questo le teorie complottiste su Napoli-Hellas dovrebbero decadere una volta sorte. Perchè i calciatori di oggi sono egoisti, legati al denaro, alle ambizioni di carriera. Non vincere quella gara ha tolto premi, prestigio e probabilmente possibilità di discutere di possibili adeguamenti. Ergo, se vale il principio che i calciatori sono tutti mercenari, pensare che abbiamo buttato alle ortiche milioni di euro (complessivi) per un capriccio di una sera è una teoria che proprio non sta in piedi.