Difesa da riscoprire, Ancelotti ritrova due certezze

18.11.2019 20:40 di Gennaro Di Finizio Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Difesa da riscoprire, Ancelotti ritrova due certezze

Mancano ancora diversi giorni prima della ripresa del campionato. Una sosta importante, quella vissuta in casa Napoli, che ha permesso a chi è rimasto a Castelvolturno di recuperare energie (sopratutto mentali), ed a chi ha raggiunto le proprie nazionali di togliersi da dosso le scorie psicologiche di un momento complicato come quello vissuto nell'ultimo mese dalla squadra di Ancelotti. Critiche e polemiche hanno rappresentato il pane quotidiano, ed è chiaro che ricaricare energie mentali è il primo passo per ripartire. 

Non solo testa. Al Napoli qualcosa, ovviamente, non ha funzionato in questa prima parte di stagione. Accantonando per un attimo quella che è sembrata una sfortuna beffarda in tanti (troppi) momenti, ciò che balza all'occhio guardando il rendimento degli azzurri è di sicuro il numero di gol subiti: il Napoli è la seconda squadra tra le prime sette del campionato ad aver subìto più gol (15), dietro soltanto all'Atalanta (18) che però ne ha fatti un bel po' in più (30), a differenza di quelli realizzati dagli azzurri (21).

Numeri che, ovviamente, non possono essere trascurati, in virtù di un rendimento che al momento tiene il Napoli ben lontano dalla vetta della classifica. Sono passate soltanto 12 giornate, ma sembra che per molti la stagione sia già da buttare o da resettare in vista del prossimo anno. Restano, invece, ancora 26 gare da giocare (senza considerare il cammino europeo e la Coppa Italia) e ne è pienamente consapevole Carlo Ancelotti. 

Proprio il tecnico ha tenuto bene a mente questi numeri, nella speranza di trovare un giusto deterrente alle troppe reti subite nel corso di questa prima fase del campionato. Chiaro che anche gli infortuni hanno inciso in maniera considerevole. Proprio in questo senso le buone notizie arrivano dall'infermeria: il recupero di Kostas Manolas e Faouzi Ghoulam è un aspetto più che importante per il tecnico di Reggiolo, che alla ripresa potrà contare su due veri e proprio big che, fino a questo momento, non hanno dato il giusto apporto alla squadra azzurra. Questione, anche, di minutaggio: il greco, al momento, ha giocato in campionato soltanto 605' minuti (Koulibaly ne ha giocati 852'), mentre Ghoulam addirittura solo 300'. 

Infortuni alla mano, la difesa azzurra è stata costretta più volte a ricorrere a dei palliativi forzati, tirando nuovamente in ballo un Hysaj con la valigia pronta da diversi mesi, o ridando a Luperto un ruolo da terzino che lo stesso azzurro non ricopriva da troppo tempo. Senza considerare il gran lavoro di Di Lorenzo, utilizzato un po' ovunque dall'allenatore azzurro. Con il recupero di Manolas e Ghoulam il Napoli potrà nuovamente fare affidamento su due dei pilastri che avrebbero dovuto reggere la difesa azzurra sin dall'inizio, infortuni permettendo.