L’attesa fa aumentare il desiderio, ma se troppa fa passare la voglia

11.07.2020 16:57 di Carmine Ubertone Twitter:    Vedi letture
L’attesa fa aumentare il desiderio, ma se troppa fa passare la voglia

(Di Carmine Ubertone) Ognuno di noi ha i propri tempi. La cosa che spesso ci rovina di più è l’attesa. Quella diventa snervante, soprattutto se porta con se delle incognite. Ormai la domanda che tutti si pongono è: ‘‘Quando si deciderà Victor Osimhen?’’. Ai più importanti bivi del futuro, non c’è mai segnaletica. Ci sono decisioni che possono pesare come dei macigni, soprattutto se hai 21 anni e devi scegliere cosa ne sarà del tuo avvenire. Il progetto del Napoli attorno al nigeriano è di quelli importanti, un bellissimo film in cui l’attaccante è uno degli attori principali. Il ragazzo, però, ancora non ha ancora detto il fatidico ‘’Sì, lo voglio” per rendere completo il matrimonio.

Parliamo sempre di un ventenne, avere dubbi è normalità, è prassi, anzi sarebbe strano se fosse il contrario. Il mercato ancora non è iniziato, ma l’attesa è tanta, del resto “Se tu mi vuoi come ti voglio io, perché perdere tempo ad aspettarci?”. Si dice che le cose lente sono le più belle, bisogna avere solo pazienza. Osimhen è un potenziale crack, un qualcosa di affascinante che probabilmente vale la pena aspettare. Il Napoli ne è consapevole e ha deciso di attendere la sua decisione con tanta pazienza. Come tutte le cose, la vicenda ha un inizio e una fine, conoscendo la bontà del giocatore, dalla società ai tifosi, tutti si augurano un lieto finale: Osimhen a Napoli, non in visita, ma al San Paolo pronto a gonfiare la rete. L’importante è che si arrivi nei prossimi giorni a una decisione definitiva, anche perché l’attesa fa aumentare il desiderio, ma se troppa fa passare la voglia.