Colantuono sta con Ancelotti: "Un errore l'esonero, scelta frettolosa e dovuta ad altro"

Il tecnico Stefano Colantuono ha detto la sua sui temi del momento in diretta a TMW Radio, durante Maracanà
11.12.2019 23:30 di Antonio Gaito Twitter:    Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
Colantuono sta con Ancelotti: "Un errore l'esonero, scelta frettolosa e dovuta ad altro"

Il tecnico Stefano Colantuono ha detto la sua sui temi del momento in diretta a TMW Radio, durante Maracanà, a partire dall'esonero di Ancelotti,

Sull'esonero di Ancelotti
"E' stato un errore l'esonero. Poi i presidenti fanno quello che meglio credono. Io avrei pazientato. Benissimo in Champions, in campionato è attardato il Napoli ma mancano ancora tante partite. Ritrovata la serenità, si poteva rimettere in cammino anche in campionato. E' stata una scelta frettolosa e forse dovuta anche ad altro".

Sull'eliminazione dalla Champions dell'Inter
"Il Barcellona di ieri sera chiamarlo B è forte. Se non fai gol, lo paghi. Chi vince ha sempre ragione. Per vincere devi fare gol. Ce la poteva fare, ma è andata così. Si può concentrare sull'EL, che è ampiamente alla portata dell'Inter. Vittoria con Icardi in campo? Lui vicino alla porta è più cinico, cattivo di Lukaku. Icardi gioca solo per la finalizzazione ma Lukaku partecipa alla manovra".

Sulla squadra più bella in Italia
"La sorpresa è il Cagliari,che è andato al di là delle più rosee aspettative. Maran lo conosco bene, siamo amici. Sono molto incuriosito poi in Serie B dal Cittadella, che ogni anno vende i pezzi migliori ma lavora e ne trova altri, giovani e importanti. E' un lavoro importante della società e del tecnico. Bella anche l'Entella, con una dirigenza e un allenatore che sanno lavorare bene, così come il Pordenone".