E sono dieci... "e non c'vonn' sta'"

Un Napoli meno lucido del solito ma che porta a casa una vittoria importantissima
16.10.2022 20:11 di Francesco Molaro Twitter:    vedi letture
E sono dieci... "e non c'vonn' sta'"
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

E sono dieci, dieci vittoria, dieci volte Napoli tra campionato e coppa. Dieci come il Maradona che esulta perché sa che è stata una vittoria sofferta e super importante. Un primo tempo strano, non bello, dal ritmo compassato. Il Napoli amministra poi prova ad accelerare ma il gol non arriva. Il Bologna è stretto, troppo stretto. Prova ad agire per vie centrali ma sbatte sul muro azzurro. L’occasione migliore è di Mario Rui, defilato però mette sulla traversa, pochi minuti dopo Politano spreca.  Il laterale in posizione centrale spara alto. Il Napoli spinge ma il Bologna ben messo in campo esce dal guscio e nel finale rompe gli equilibri. In due azioni mette paura a Meret poi arriva anche il vantaggio.  Imbucata di Dominguez alle spalle della difesa del Napoli per Cambiaso: finta e assist col destro per Zirkzee che batte Meret. Incredibile ma vero. Il Napoli reagisce e trova il pari, fortunatamente: angolo e palla in area, batti e ribatti e Juan Jesus che trova il pareggio. Il secondo tempo è pazzesco. Spalletti cambia, Lozano e Osimhen subito dentro. Il Napoli spinge forte e passa.

Azione da sinistra a destra con Osimhen che forse viene atterrato ma c’è Lozano che prende il tempo e con un gran diagonale segna. Il vantaggio dura poco. Il Bologna con il suo secondo tiro verso la sette metri trova il pari. Barrow ci prova dalla distanza e Meret se la fa scivolare in rete. Il Napoli accusa il colpa e deve ripartire. Il Bologna si chiude, perde tempo, il Napoli cerca il gol. Ci vuole la giocata e arriva da lui. Kvara indovina la giocata e serve Osimhen che in velocità trova il vantaggio. Non è finita e  bisogna soffrire. Il Bologna non molla e ci prova il Napoli spreca. Due volte con Lozano ma soprattutto con Zielinski che prende la traversa. Il finale è sofferenza ma gli azzurri tengono e la vincono. Dieci vittorie come nessuno in Europa tra coppa e Campionato ma soprattutto superato un ostacolo non facile.