Osimhen arruolabile per il Bologna! Ecco il nullaosta del neurochirurgo: "Ora decide lo staff del Napoli"

In diretta a 'Punto Nuovo Sport Show', trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, l'annuncio del dottor Alfredo Bucciero, primario del reparto di neurochirurgia
05.03.2021 13:14 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Osimhen arruolabile per il Bologna! Ecco il nullaosta del neurochirurgo: "Ora decide lo staff del Napoli"
TuttoNapoli.net
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

"Victor Osimhen è abile e arruolabile". E, quindi, a disposizione dal punto di vista clinico per la partita di domenica sera contro il Bologna: il nulla osta dei medici - in casi di trauma cranico bisogna rispettare un determinato protocollo - è arrivato a due giorni dalla sfida. In diretta a 'Punto Nuovo Sport Show', trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, l'annuncio del dottor Alfredo Bucciero, primario del reparto di neurochirurgia di PinetaGrande.

“Osimhen come sta? Bene è arruolabile. Contro il Bologna può scendere in campo? Lo devono decidere Gattuso e Canonico. Per quanto mi riguarda dal punto di vista clinico non ci sono problemi. Ieri ha fatto la risonanza magnetica che ha confermato quello che non c’era al primo esame della settimana scorsa. Per quanto riguarda l’encefalogramma c’era qualche piccola anomali, come normale nei traumi, ma è rientrato. Quindi è tutto nella norma. Gol di testa? Gliel’ ho augurato. Gli ho chiesto di dedicarmi un gol. È voglioso? Questo ragazzo è stato sempre bene. Noi l’abbiamo dovuto fermare perché per protocollo bisogna agire in un certo modo. Non c’era nulla da curare. Bisognava solo aspettare la normalizzazione dei parametri.

Si è allenato? Si è già allenato. Dalla fine della settimana scorsa. Poi dovete chiedere a Gattuso e Canonico se scenderà in campo.  Victor cosa mi ha detto? Voglio dire che non ho avuto a che fare con un malato. Ha preso una botta e abbiamo dovuto fermarlo per protocollo. Sta benissimo. Com’è lui? È un ragazzo spiritoso, pieno di vita e l’ho trovato meglio. Lui era dispiaciuto quando l’abbiamo dovuto fermare. Adesso è carico e speriamo ci dia delle soddisfazioni. Non so se giocherà, ma dal punto di vista clinico sta bene. Sta a chi di dovere scegliere”.