Plusvalenze, Uefa vigila ed è pronta ad intervenire: "Alcuni casi preoccupanti, chiesto supplemento informazioni"

 Il fenomeno delle plusvalenze è momentaneamente sotto controllo, ma rimane sotto l’occhio vigile della UEFA.
20.09.2019 12:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Plusvalenze, Uefa vigila ed è pronta ad intervenire: "Alcuni casi preoccupanti, chiesto supplemento informazioni"

 Il fenomeno delle plusvalenze è momentaneamente sotto controllo, ma rimane sotto l’occhio vigile della UEFA. Questo - scrivono i colleghi del sito specializzato Calcio€Finanza - è quanto emerge dall’incontro per la presentazione dello studio “Does Financial Fair Play Matter?”, durante il quale è intervenuto Andrea Traverso, managing director Financial Sustainability & Research della UEFA: "Plusvalenze? Punto interessante che stiamo monitorando da vicino.  Abbiamo osservato un aumento della spesa per i trasferimenti. Come sappiamo le norme contabili generali prevedono che la spesa per i giocatori sia dilazionata sulla durata contrattuale, mentre il risultato delle vendite viene contabilizzato immediatamente. Questo può creare un incentivo ad aumentare ulteriormente il prezzo dei giocatori, ovviamente le società hanno interesse a realizzare una plusvalenza. C’è da monitorare il fenomeno, in alcune situazioni è più preoccupante, ma in linea generale è ancora sotto controllo. Non c’è un dato preciso, dipende dal modello di business delle varie società. 

L’analisi è abbastanza complessa, deve essere fatta mercato per mercato. L’anno scorso con i nuovi indicatori non c’è stato nessun tipo di procedimento. Quest’anno c’è già un numero importante di club che ha sforato il deficit di 100 milioni, 6 mercati su 10 hanno battuto il record di spese. C’è un certo numero di club che ha un saldo negativo nei trasferimenti. Andremo a verificare la situazione, siamo nella fase dove la commissione preposta sta richiedendo informazioni supplementari e poi vedremo da qui alla fine dell’anno se si trasformeranno in procedimenti".