Basta! Mazzarri out: ha distrutto ciò che restava del Napoli, peggio di lui solo la rassegnazione di ADL

Come può Walter Mazzarri restare ancora sulla panchina del Napoli?
18.02.2024 12:05 di Antonio Gaito Twitter:    vedi letture
Basta! Mazzarri out: ha distrutto ciò che restava del Napoli, peggio di lui solo la rassegnazione di ADL
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Come può Walter Mazzarri restare ancora sulla panchina del Napoli? Non ci sono più posizioni da perdere, almeno nella parte di sinistra della classifica, i record di sterilità offensiva sono stati quasi tutti battuti e quindi precisamente cosa deve ancora accadere per far intervenire la società? Neanche un pari interno col Genoa (peraltro fortunoso, arrivato solo nella disperazione finale) a quanto pare porterà ad un ribaltone in panchina e Mazzarri nel post-partita è riuscito a risultare persino più in confusione rispetto ai 90' parlando del 70% di possesso (inutile e sterile, lasciato dal Genoa), di tante occasioni create (falso, 0.4xG all'intervallo), e di gol preso al primo tiro del Genoa (falso) ed addirittura di Napoli quasi come l'anno scorso (follia).

Tralasciando le perplessità di Tutto Napoli, manifestate già al momento della scelta a sorpresa per un allenatore fuori dal giro, reduce da 10 anni di delusioni ed esoneri, e che pure negli anni all'apice era protagonista di un calcio speculativo con poche idee se non la ripartenza lunga, ora come si può non provare a rimediare? Perché affrontare in queste condizioni il Barcellona e le restanti partite quando probabilmente anche il quinto posto sarà buono per la Champions? Ed in ogni caso come si può rinunciare in questo modo a competere almeno per l'EL o la Conference con il conseguente taglio della rosa senza impegni infrasettimanali? Un danno inenarrabile nel percorso di crescita del Napoli, al di là del ricavato economico.

Il rendimento con Mazzarri è da parte destra della classifica ed è crollata anche la narrazione della stampa-amica che prima con "intanto ha messo a posto la fase difensiva", quando ha ammassato difensori con Inter, Lazio ecc, rinunciando totalmente all'altra fase, poi il "vedrete quando sarà al completo" a fronte di 0 tiri all'Olimpico con un'infinità di attaccanti a disposizione e che così gli ha servito mille alibi, nascondendo problemi cronici in costruzione dal basso (con i 4 allineati, roba di 15 anni fa) o in pressione alta e pure intermedia (come sul gol del Genoa). Un velo pietoso, invece, sui 5 difensori ancorati lì dietro e con quel posizionamento incapaci di un'uscita sotto pressione. 

Considerando anche i disastri con le riserve del Frosinone e l'umiliazione di Torino, con il cambio difensivo Mazzocchi-Zielinski sotto 1-0 prima dell'espulsione, era tutto scritto. Mazzarri ha dimezzato la media punti di Garcia, addirittura la media gol è scesa da 2 a 0,6 gol a partita (penultimo attacco d'Italia dal suo arrivo!) Peggio del tecnico in questo momento solo ADL che l'ha scelto - addirittura gli esperti di mercato raccontavano di una proposta dall'Egitto che il tecnico toscano stava per accettare - e che continua a confermare. E che nel frattempo, anziché seguire con attenzione il crollo verticale con Mazzarri, in conferenza s'è perso ancora tra le modalità dell'addio di Spalletti ed i retroscena su Garcia.