L’esterno di Modric spiega perché Ancelotti non fosse l’allenatore giusto per il Napoli

Ancelotti è bravo ad allenare i fenomeni, è fenomenale ad allenare i fenomeni più di chiunque altro
13.04.2022 13:10 di Arturo Minervini Twitter:    vedi letture
L’esterno di Modric spiega perché Ancelotti non fosse l’allenatore giusto per il Napoli
TuttoNapoli.net
© foto di Federico Titone

Che barba, che noia. Sempre lo stesso ritornello, sempre le stesse bandiere che tornano a sventolare. Come se qualcuno avesse mai potuto mettere in discussione la grandezza di Carlo Ancelotti, come se il fatto che il suo Napoli nella seconda versione stesse quasi scivolando verso la corsa per non retrocedere non fosse una giusta causa per salutarsi.

Siamo fatti così, dobbiamo rivangare. Perchè poi il tempo i fatti li cancella, restano gli slogan, i paroloni, gli annunci. Ma è un peccato dire che la relazione Ancelotti-Napoli non stesse funzionando? E mica perché qualche professorone si era lanciato in qualche critica all’immenso Carletto, ma semplicemente perché il progetto Napoli non è quello ideale per esaltare la più grande capacità di Ancelotti: gestire fenomeni, renderli omogenei e farli diventare una squadra.

L’esterno di Luka Modric, che ha cambiato di fatto una gara che il Chelsea sin lì stava dominando, fotografa la questione più di mille chiacchiere. Ancelotti è bravo ad allenare i fenomeni, è fenomenale ad allenare i fenomeni più di chiunque altro. A Napoli di fenomeni ne avrebbe allenati pochi perché il Napoli non ha la possibilità di spesa del Real Madrid. È tutto così semplice da capire, che chi non vuole capirlo tiene più alla propria idea che alla verità.