No, non è solo una questione di ruolo...

La Macedonia si gode una notte magica, così come Eljif Elmas che con la sua rete si è preso la scena e gli elogi di una nazione intera.
01.04.2021 19:17 di Arturo Minervini Twitter:    Vedi letture
No, non è solo una questione di ruolo...
TuttoNapoli.net
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Che gioia, che impresa. Vincere, in casa dei tedeschi, con un ragazzo del ’99 ed un infinito Goran Pandev. La Macedonia si gode una notte magica, così come Eljif Elmas che con la sua rete si è preso la scena e gli elogi di una nazione intera.

È però tempo di tornare ai rispettivi club, di chiudere la parentesi nazionali e rituffarsi nel rush finale del campionato e di provare a ritagliarsi uno spazio più incisivo in queste undici gare che mancano. Tre appena le presenze da titolare in campionato per il macedone, costretto spesso ad accontentarsi di spezzoni di gara. Interessante un dato: nelle tre gare da titolare, ha segnato due volte il giovane Eljif, che ha un talento ancora tutto da indirizzare.

La questione principale: cos’è e cosa può diventare? Dove può esprimere al meglio il suo potenziale ancora tutto da valorizzare? Il suo agente oggi ha dichiarato: “Si trova meglio a giocare da mezzala in un 4-3-3, è quello il suo ruolo, ma è sempre a disposizione in ogni posizione”.

Che in quella posizione si senta più a suo agio, è un dato di fatto. Che debba fare un salto sul piano dell’approccio, altrettanto. Ha le qualità per incidere, ma sul piano della personalità in molti casi fatica ad avere la giusta determinazione. Un ragazzo del ’99 deve capire che, anche a gara in corso, deve avere quella fame e quell’appetito che mostra in nazionale. 

Consapevolezza che può arrivare da certe notti, come quella in Germania di Elmas. Abbandonare le etichette, la zona di confort, per provare ad evolvere il proprio calcio. Anche da esterno d’attacco ha fatto vedere cose interessanti, ma il grande problema non è il ruolo. Ma la continuità. Di rendimento, ma anche di utilizzo. Il prossimo anno si faccia una scelta chiara su un ragazzo che deve essere valorizzato.