TN - Osimhen, dall'entourage filtra attesa: prezzo calato, ma Premier e Liga rendono la strada in salita

Ma Osimhen è uno dei tanti profili vagliati dal tandem Giuntoli-De Laurentiis. E forse un po' di più.
01.06.2020 07:44 di Pierpaolo Matrone Twitter:    Vedi letture
TN - Osimhen, dall'entourage filtra attesa: prezzo calato, ma Premier e Liga rendono la strada in salita

Ventun'anni, un'infanzia difficile, un passato che l'ha segnato e una prima annata francese da rivelazione assoluta del campionato. Victor James Osimhen da Lagos, Nigeria, è il nuovo Under 21 in rampa di lancio del calcio europeo. Chi l'osserva da tempo lo descrive come un centravanti con i tratti del fenomeno, che nell'ultima stagione al Lille ha dimostrato di saper esprimersi al meglio anche nei palcoscenici di primo livello come la Champions League. Ed è inevitabile che un profilo del genere, considerata anche la possibile partenza di Milik, sarebbe finito sul taccuino di Cristiano Giuntoli e dei suoi scout. E che, una volta posto il nome sul tavolo del presidente De Laurentiis - già l'anno scorso - si sarebbe trasformato in obiettivo concreto, serio, percorribile in virtù dei buoni rapporti del presidente azzurro con l'omologo del Lille e proprietario del cartellino del bomber nigeriano Gerard Lopez.

IL PREZZO DOPO LO STOP - Si è tanto polemizzato negli ultimi giorni circa il valore economico del calciatore. Dopo una prima stagione fenomenale al Lille, in cui è riuscito a trovare una continuità di prestazioni inimmaginabile (qualità molto apprezzata dalla società francese), il presidente Lopez era convinto di poter chiedere finanche 60-70 milioni, in una versione 2.0 dell'affare-Pepé della scorsa estate, con folle asta annessa. A gennaio con chi s'era avvicinato era stato chiaro: resta qui fino a giugno, perché varrà tanto. L'addio alla Champions League precedente e soprattutto lo stop definitivo alla Ligue 1 a causa della pandemia posteriore hanno stravolto le carte in tavola e, secondo gli esperti del settore, il suo cartellino si sarebbe deprezzato del 30%, eludibile sul fronte Napoli con qualche contropartita tecnica. Il Lille, estromesso dalla Champions e quindi da tutti i suoi ricavi, potrebbe essere chiamato a cederlo comunque e, limando il prezzo, la sensazione è che con le pedine di scambio giuste (Adam Ounas, che Oltralpe piace) e 30-35 milioni ci si siederebbe immediatamente ad un tavolo per trattare.

DISCORSO RIMANDATO - Ultimamente alcuni intermediari dell'affare hanno raccontato di un interesse del Napoli e dell'Arsenal, ma non sono questi due gli unici club interessati. Sugli smartphone dei membri dell'entourage del calciatore le scorse settimane sono arrivati attestati di stima da più parti: in Spagna, ad esempio, un attaccante come lui era ovvio che stuzzicasse anche l'Atletico Madrid. Il Napoli è iscritto alla corsa, ma come appurato dalla redazione di Tuttonapoli.net, per il momento la linea che filtra dal fronte Osimhen è quello dell'attesa. Victor sabato scorso ha perso il padre, che era in Nigeria, senza neanche potergli dire addio. E' scosso e il suo possibile trasferimento, ora come ora, è l'ultimo dei suoi pensieri. La voglia di trasferirsi era tanta e lo sarà di nuovo, ma il discorso adesso è rimandato. La sua preferenza per la Premier League, il suo agente Benoit Czajka che è sempre molto attivo in Spagna e i costi dell'affare rendono la strada in salita per il Napoli e forse più percorribile per gli altri campionati. Ma Osimhen è uno dei tanti profili vagliati dal tandem Giuntoli-De Laurentiis. E forse un po' di più. Quando il presidente sbarcherà a Castel Volturno, evidentemente si approfondirà anche questo tema.