Incredibile ma vero. Sfortuna ma anche qualche imprecisione di troppo

Gara dominata ma quanti errori
22.10.2020 20:56 di Francesco Molaro Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Incredibile ma vero. Sfortuna ma anche qualche imprecisione di troppo

Le due facce del Napoli, tra sfortuna e poca concretezza. Dominato in lungo e in largo ma con quella sufficienza che non ti permette di vincere certe partite strane come questa. Il primo tempo non è bellissimo ma l’Az gioca a cinque in difesa e con tutti gli undici dietro la linea della palla. Gli azzurri ci provano e con Lozano e Mertens sfiorano anche il goal ma manca la giocata giusta. Osimhen lotta su ogni pallone e Politano cerca di superare l’uomo sulla fascia. Gli olandesi sono chiusi e provano a ripartire ma il gioco langue. Il terreno di gioco è leggermente gibboso e il Napoli sembra soffrirlo. Nel finale Oshimen di testa sfiora e la palla esce di poco ma manca forse un rigore su Lozano trattenuto al momento di concludere in porta. Il secondo tempo è una beffa. Il Napoli parte bene, l’Az difende. Il canovaccio è quello poi arriva l’inverosimile. Una giocata sola, una palla filtrante in area e la frittata è fatta. De Wit si trova al posto giusto e batte Meret. Pazzesco. Il Napoli si getta in avanti anche con Insigne e poi con Petagna ma la palla non vuole entrare. Il muro dell’Az ribatte tutto e le giocate degli azzurri sono sterili. Mario Rui l’unico a dare qualche palla giocabile ma Petagna non riesce a buttarla dentro. Partenza con handicap per il Napoli in questa Europa League e prima sconfitta, sul campo, della stagione.