Masochisti! Il Napoli poteva vincerla, ma ormai serve una benedizione

Pazzesco ma vero
11.01.2020 20:10 di Francesco Molaro Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Masochisti! Il Napoli poteva vincerla, ma ormai serve una benedizione

Peggio di così non sappiamo cosa possa capitare. Il masochismo di questa squadra arriva a livelli pericolosi che rischiano di creare un pericoloso precedente. Eppure, nel secondo tempo se la vincevi nessuno poteva dire nulla. Riavvolgendo il nastro il Napoli aveva provato a contenere.  Non male, non benissimo, ma sicuramente meglio di quanto ti aspetti. Il primo tempo non è bellissimo ma la Lazio non riesce ad essere così pericolosa per quanti palle gioca. Il Napoli non riesce ad attaccare ma contiene bene e prova anche ad offendere ma siamo troppo distanti dalla porta. Ospina e Mario Rui tengono la difesa mentre a centrocampo Allan fa gli straordinari. Milik troppo solo e Insigne ancora troppo indolente. La Lazio preme ma non offende e le giocate dei biancocelesti sembrano non impensierire più di tanto. Il secondo tempo è del Napoli, al di là di tutto. Gli azzurri per lunghi tratti schiacciano la Lazio nella loro metacampo e manca veramente solo il gol. Il Napoli rischia anche di farlo con Zielinski che prende l’ennesimo palo. La Lazio sembra stanca e il Napoli può anche spingere. Gattuso però non cambia, forse servirebbero forze fresche, perché non Lozano? Certo è che il Napoli anche sfortunato. Quando sembra che la stai per vincere ecco la beffa, la situazione che proprio ti fa cadere le braccia. Ospina vuole fare il fenomeno, perde il contrasto con Immobile in area, si gira in area, e tira. Di Lorenzo ci prova ma la scaraventa in rete. Tutto vero, tutto incredibile. Gattuso fa tre cambi nei 7 minuti finali ma ad essere pericoloso è Insigne che trova la respinta di Strakosha. Pazzesco ma vero. La sconfitta mina la tranquillità di questa squadra e dei tifosi che ora rischiano il tracollo nervoso come tutti noi. Servirà una bella benedizione, forse!