Vittoria significativa tra gol del presente e del futuro. Gattuso, gestione perfetta

Sempre importanti i cambi del mister. Squadra compatta e vivace
28.06.2020 21:24 di Francesco Molaro Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Vittoria significativa tra gol del presente e del futuro. Gattuso, gestione perfetta

Cinque vittorie consecutive per il Napoli in campionato, grazie alle gare anche pre covid, cinque risultati favorevoli degli azzurri da quando si è ripartiti. Una importante prova di forza per gli uomini di Gattuso.  Pronti via e il Napoli passa. Azione manovrata che parte dalla difesa e si sviluppa in maniera veloce. Fabian indovina l’imbucata e Mertens con un pallonetto insacca,  gol contro una squadra che mancava nella bacheca del belga come la Spal. Il Napoli potrebbe raddoppiare subito ma il tiro di Elmas esce di poco. Gli azzurri iniziano poi a giochicchiare. Amministrano ma non pungono e la Spal timidamente ci prova. Il futuro del Napoli potrebbe essere anche in Petagna che trova il pari sull’ennesima giocata dal lato di Hysaj con Meret che non può molto. L’attaccante non esulta ma il gol subito deve lasciare pensare su certi errori e soprattutto sulla tenuta mentale del Napoli. Gattuso suona la carica e gli azzurri ripartono con la giusta intensità. Elmas pesca bene Callejon e il raddoppio è cosa fatta, e anche qui una rete con tanti significati. Poteva essere l’ultima in maglia azzurra, speriamo non lo sia. Nel finale segna anche Insigne ma il Var annulla, pare per un millimetrico fuorigioco di Mertens, che nessuno ci fa mai vedere.

Nella ripresa il Napoli subisce il ritorno della Spal, ma soprattutto deve fare i conti con la stanchezza. Il ritmo si abbassa e la gara vive di folate con il Napoli che ci prova meno della Spal che deve recuperare. Gattuso capisce che deve cambiare e in attacco la squadra ritrova vigore soprattutto con l’ingresso di Amin, dopo Lozano e Milik, che imbeccato da un super Fabian trova lo spazio giusto di testa. Gol che spegne le velleità di una Spal che non aveva mollato veramente fino alla fine. Chiaro che i 5 cambi aiutano, ma giocare con questo caldo e quasi ogni tre giorni non è certo facile. Chi ha più qualità e soprattutto chi ha più forze fresche alla lunga la vince.