Mertens e il corteggiamento della Lazio

29.06.2022 06:45 di . Redazione   vedi letture
Mertens e il corteggiamento della Lazio
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Per rinforzare l’attacco Lotito vuole il belga del Napoli
Poter schierare il capocannoniere della Serie A e non riuscire a classificarsi tra le prime quattro deve essere uno smacco non da poco per Lotito, se in questi ultimi giorni si sta dando tanto da fare per rinforzare l’attacco biancoceleste. Sebbene negli ultimi anni si siano succeduti campioni al fianco del re del goal Ciro Immobile, nessuno di questi è stato in grado non solo di esaltarne le caratteristiche ma nemmeno di sostituirlo degnamente quando ce n’è stato bisogno. Stando così le cose in casa Lazio urge trovare una soluzione, e questa potrebbe essere ingaggiare un altro Ciro. Ciro per modo di dire, nel senso che il suo vero nome è Dries, un bomber che quest’anno con il Napoli ha giocato pochissimo, a causa della crescita esponenziale di Osimhen, e che alla Lazio piacerebbe tantissimo. Insieme a Immobile, decisamente più uomo da area di rigore rispetto al belga, che ama spaziare su tutto l’arco d’attacco, formerebbe una coppia ottimamente assortita. Dunque perché non tentare un affondo, visto che il beniamino dei tifosi napoletani non è stato ancora blindato da De Laurentiis?

Per il belga ecco pronto un biennale da 1,5-2 milioni a stagione
Lotito starebbe provando in tutti i modi a convincere Mertens a vestire la maglia della Lazio a partire dalla prossima estate. Come? Offrendogli un biennale da 1,5-2 milioni a stagione. Una proposta niente male per questo fortissimo attaccante, la cui velocità e destrezza con la palla al piede è un fattore importante per quanto riguarda il calcolo delle vincite scommesse sportive che è possibile eseguire su Unibet. Quest’ultimo è un simulatore che permette, dopo aver eseguito una puntata, di calcolare tramite il pulsante “Calcola ora” sia la vincita totale sia il guadagno netto. L’attaccante ambìto da Lotito in cuor suo vorrebbe fare ancora la differenza a Napoli così da chiudere la carriera sotto il Vesuvio. Per ora questa però è solamente una speranza, visto che il patron De Laurentiis a oggi non sembrerebbe intenzionato a rispondere in qualche modo alla mossa di Lotito, forse perché prima vorrebbe capire cosa ha in mente Osimhen, che non ha nascosto la sua voglia di Premier League. O forse perché vista l’età di “Ciro” puntare per due anni su di lui, anche part-time, in fondo non vale lo sforzo economico, seppur di proporzioni contenute. Chissà… Nonostante questo clima di incertezza che destabilizzerebbe molti, lo “scugnizzo napoletano” è piuttosto sereno, e questo grazie alla maturità raggiunta come uomo e come professionista. Dopo anni trascorsi a calciare un pallone sa benissimo che l’unica cosa che deve fare è farsi trovare pronto e al top della condizione in caso di una chiamata o azzurra o biancoceleste, un atteggiamento questo che gli fa onore. Ecco, il belga non vorrebbe far parlare di sé nemmeno in questa circostanza, che vede il suo destino sportivo avvolto nel mistero. Probabilmente tra qualche settimana si saprà tutto; difficilmente il “caso Mertens” sarà uno dei tanti tormentoni della calda estate di calciomercato ormai alle porte.


Gli Azzurri farebbero bene a tenerselo stretto
Forse quest’attaccante non essendo più giovanissimo l’anno prossimo probabilmente non potrà giocare tutte le partite, ma quando sarà chiamato in causa saprà certamente come offrire il suo apporto fatto di guizzi geniali. Quelli che alla Lazio servirebbero per puntare al 4° posto. Detto francamente, se il Napoli decidesse di privarsi di Mertens non solo rafforzerebbe una diretta rivale per le zone di alta classifica ma si priverebbe di un giocatore capace di spezzare in due la partita. Va bene la fisicità di Osimhen e la velocità di Politano, ma ora che Insigne se ne è andato a Toronto, trattenere il belga per le prossime due stagioni dovrebbe essere la priorità per De Laurentiis. Dato che per il patron del Napoli questa non sembrerebbe essere ancora una priorità, fa benissimo Lotito a provarci.