2018, GIUGNO-LUGLIO AZZURRO - Napoli saluta Sarri, Ancelotti prende il comando

L'anno azzurro raccontato da TuttoNapoli
01.01.2019 15:45 di Gennaro Di Finizio Twitter:    Vedi letture
2018, GIUGNO-LUGLIO AZZURRO - Napoli saluta Sarri, Ancelotti prende il comando

L’estate 2018 del Napoli segna un cambiamento epocale nella storia del club. Il triennio di Maurizio Sarri non ha portato alcun trofeo, ma ha lanciato il club partenopeo nell’Olimpo del calcio grazie ad un gioco spumeggiante, riconosciuto da personaggi del calibro di Pep Guardiola.

Ma la gestione della rosa da parte del tecnico toscano non ha soddisfatto il presidente De Laurentiis: oltre all’uscita premature dalla Champions prima e dall’Europa League poi, il patron non ha trovato idoneo quello che è stato il trattamento riservato ad alcuni dei giovani sui quali lo stesso club aveva puntato, portandoli all’ombra del Vesuvio.

Nonostante ciò, la società cerca di trattenere un Sarri ormai arrivato ai ferri corti con il presidente. Dopo un lungo tira e molla, Maurizio Sarri lascia Napoli, tra polemiche e l’amarezza di una piazza che ha ormai instaurato un rapporto morboso con il suo comandante.

De Laurentiis non perde tempo, prima di ufficializzare l’addio di Sarri, il patron piazza il colpo che sancisce un salto di qualità considerevole per la storia recente del club: all’ombra del Vesuvio approda Carlo Ancelotti, allenatore che ha costellato di vittorie e trofei la sua carriera. Dopo un lungo girovagare che lo ha visto allenare, tra le altre, a Monaco con il Bayer, Psg, Real Madrid e Chelsea, Carletto torna in Italia dopo l’ultima esperienza al Milan terminata nel 2009.

Il pubblico azzurro, ancora amareggiato per l’addio di Sarri, protagonista insieme al suo gioco della battaglia contro la Juve, accoglie Ancelotti soddisfatto ma pur sempre con un pizzico di vittimismo.