Bar Azzurro - Notte quasi perfetta a Parigi: ora tutti tessono le lodi del Napoli! Juve-'ndrangheta, tutto in sordina...

Torna il nostro Bar Azzurro.
27.10.2018 10:10 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 13301 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Bar Azzurro - Notte quasi perfetta a Parigi: ora tutti tessono le lodi del Napoli! Juve-'ndrangheta, tutto in sordina...

Sapete che gira una strana malattia? È la sindrome da spocchia da notte quasi perfetta. Tu vai a Parigi, fai un partitone, roba che Cavani e Neymar, inspiegabilmente, ti sembrano due tipi normali, sfiori la vittoria per un soffio, se non fosse per la sfiga, e il giorno dopo nel solito bar, dove credi di trovare gente normale, ti imbatti nei tuoi amici che ti chiedono se “vicino al caffè, ci vuoi pure il croissant”. Roba da pazzi. E anche quelli che fino ad un attimo prima del fischio d’inizio di Psg – Napoli, davano gli azzurri per spacciati, come colti da amnesia transitoria, tessono ora le lodi del grande Ancelotti, “unico nel tenere unito e sempre vivo lo spogliatoio”, di Allan, “il mastino napoletano”, che ingaggerebbero volentieri come guardia del corpo delle proprie mogli, delle “magie di Insigne”, verso il quale professano incondizionato amore, forse, trascinati dal fascino della romantica Paris.

Niente da dire, sin qui, almeno in casa nostra, la vie en rose. Meno rosa e più a strisce bianco nere, sembra essere la vita in quel di Torino. Dopo il servizio di Report, sullo scandalo delle infiltrazioni mafiose tra gli ultras della Juventus, le intercettazioni riguardanti i rapporti della società e il relativo entourage con le stesse, sapete che succede? Proprio nulla. Non tra i comuni mortali che, ovviamente, urlano allo scandalo, che vorrebbero che si prendessero provvedimenti seri e definitivi, ci mancherebbe. Ciò che manca, sono le reazioni del mondo del calcio nel senso più ampio. Tutto passato in sordina, non uno che abbia preteso spiegazioni, che abbia fatto appello d’intervento allo stato, per sradicare le frange criminali dalle tifoserie. Restituiamo lo sport agli sportivi, alle famiglie, ai bambini. Tornando a noi, l’iniezione di fiducia della notte parigina, sembra rinvigorire l’ottimismo anche in vista della gara con la Roma, dove la ritrovata convinzione di evidente superiorità, anche rispetto ai giallo rossi, apre le porte ad un clima, almeno qui al bar azzurro, più disteso in vista del weekend. Speriamo bene. Intanto gustiamoci i nostri croissants.

Fatima Parente