C'è un grave errore nelle statistiche di Demme

Nessuno si è accorto che c'è un errore nelle statistiche di Demme
20.02.2020 07:44 di Fabio Tarantino Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
C'è un grave errore nelle statistiche di Demme

Nessuno si è accorto che c'è un errore nelle statistiche di Demme: non è uno ma sono già tre i gol del tedesco da quando veste la maglia del Napoli. Certo, gli appartiene di diritto solo quello di Genova con la Sampdoria, ma ne sono arrivati altri due, in pochi giorni, grazie al suo prezioso contributo. Portano la firma di Zielinski e Fabian, ovvero gli interni che sono tornati a fare gli interni dopo aver girovagato per il campo ricoprendo improbabili ruoli poco consoni alle proprie caratteristiche. Sarà un caso, ma non lo è: da quando c'è il tedesco in cabina di regia, la mezzala - sia quella di destra che di sinistra - è tornata ad incidere perché libera da compiti che prima la limitavano. 

BENTORNATA MEZZALA - Zielinski ha segnato con la Juve, Elmas con la Sampdoria (in campo c'era Lobotka), Fabian con l'Inter. Escluso il macedone, in gol da corner con Demme in quel momento in panchina, le altre due reti sono arrivate grazie ad azioni condotte con netta impronta offensiva dagli stessi interpreti. C'era Demme, con la Juve, a coprire le spalle del polacco che s'inseriva in area raccogliendo la respinta di Szczesny su tiro di Insigne; c'era ancora Demme, con l'Inter, a dialogare con lo spagnolo dopo avergli permesso di cavalcare sulla destra palla al piede. Da mesi erano evidenti i limiti tattici del Napoli, serviva un play che restasse al centro, diventando un riferimento. Il Napoli lo ha individuato in Demme e con un solo giocatore ne ha ritrovati tre, per un totale di quattro.