Quando Mancini il Moralizzatore giustificò gli insulti razzisti di Mihajlovic a Vieira: “Nei momenti di tensione qualche insulto ci può stare, l'importante che finisca lì...”

Le sue parole dopo un episodio di razzismo
 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 90582 volte
Fonte: Gennaro Di Finizio
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Quando Mancini il Moralizzatore giustificò gli insulti razzisti di Mihajlovic a Vieira: “Nei momenti di tensione qualche insulto ci può stare, l'importante che finisca lì...”

Una polemica grottesca quella sollevata ieri sera da Roberto Mancini. Grottesca in quanto l'allenatore dell'Inter, non è mai stato cosi moralista e duro in passato nei confronti di insulti all'interno del rettangolo di gioco. Ecco cosa disse Mancini, giustificando Mihajlovic per insulti razzisti a Vieira in occasione di un Lazio-Arsenal di Champions League: “Sinisa e Vieira sono due ragazzi intelligenti, credo che possano superare le tensioni e finirla. Nel corso di una partita - ha spiegato - l'agonismo esasperato puo' portare a momenti di tensione e di grande nervosismo. Credo che anche qualche insulto ci possa stare. L'importante e' che tutto finisca li".