RILEGGI LIVE - Real Sociedad, Alguacil: "Faccia a faccia contro un Napoli da Scudetto, gioca come noi!", Aritz: "Napoli ha esperienza"

28.10.2020 19:04 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
RILEGGI LIVE - Real Sociedad, Alguacil: "Faccia a faccia contro un Napoli da Scudetto, gioca come noi!", Aritz: "Napoli ha esperienza"

Amici di Tuttonapoli, buonasera e benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa del tecnico della Real Sociedad Imanol Alguacil e del difensore Aritz Elustondo alla vigilia della sfida di Europa League contro il Napoli

18.10 - Si inizia da Elustondo: "Volevamo essere presenti in Europa, ci siamo riusciti, ora abbiamo grande fiducia per domani, ci sentiamo preparati e faremo il meglio possibile. Dovremo mantenere il livello difensivo delle ultime gare".

Affronterete una grande squadra. "Abbiamo vinto la prima, ci sentiamo fiduciosi, sappiamo di affrontare una grande squadra, con una storia importante, dovremo mantenere il massimo livello per poterli battere". 

Avete numeri simili al Napoli, che gara sarà? "Sarà importante avere il massimo possesso, massima intensità quando non avremo palla, dovremo sfruttare le occasioni sotto porta. Il Napoli l'anno scorso ha fatto la Champions, ha più esperienza ma speriamo siano scomodi in campo contro di noi". 

Sulla mancanza di pubblico: "E' triste, un peccato, da un pezzo giochiamo però senza tifosi come le altre squadre e cercheremo di fare il massimo anche senza di loro pure se è sicuramente più difficile". 

Come sta lo spogliatoio? "Tutti sentono che domani è una gara importante, l'anno scorso abbiamo fatto di tutto per essere qui e vogliamo competere ai massimi livelli anche se sarà molto difficile".

Arrivate alla gara da primi in classifica in Liga. "Ci aiuterà aver vinto la prima in Croazia, ma anche in campionato, ma pure loro ed avranno fiducia".

Domani giocherà David Silva, quanto vi aiuterà uno con la sua esperienza? "Lo è stato dal primo giorno, sappiamo tutti chi è, giocare con lui è straordinario e ci aiuterà". 

Che pensi di Gattuso, come lo ricordi? Fu molto criticato ma anche lodato. "Ero piccolo, giocavo in una posizione simile e lo guardavo molto, non sarà uno scherzo ritrovarlo in panchina. La qualità di Gattuso è incontestabile, poi ognuno può vederla in un modo".

Cosa significa giocare per te contro un avversario così? E' una gara di Champions. "E' un orgoglio difendere questo club, è un rivale d'alta categoria, è una gara speciale, ma è una gara da giocare come le altre in cui dare il massimo anche se ci sarà emozione, pure senza il pubblico".

Il Napoli è un club d'attacco, ha tanta qualità. Su chi ti sei concentrato da difensore? "Non parliamo di singoli, la gara la stiamo preparando, non dovremo concentrarci solo sul gioco difensivo, ma dovremo salire col pallone e giocare col possesso. Il Napoli ha tanta gente offensiva di qualità, attacca molto, ma siamo coscienti che sarà una partita da affrontare con concentrazione se vogliamo vincere".

Sull'ambizione nella competizione: "Siamo uniti, tutti sulla stessa barca, vogliamo affrontare l'Europa League al massimo per poter avanzare e credo che le cose stiano andando bene. Non guardiamo però alla situazione attuale, ma ad andare avanti, ogni partita e ogni competizione". 

Napoli punta a vincere l'Europa League ed al titolo in Serie A. "L'ho detto prima, è una gara speciale, una delle più importante della mia carriera, ma non dobbiamo sentire questo e difendere i nostri colori. E' una gara importante, come le altre che arriveranno".

Che sentimento avete in merito al giocare nonostante la situazione del Covid che fa riflettere tutte le situazioni? "Sappiamo che la situazione non è buona, non ci sono sicurezze, non sappiamo cosa accadrà domani, è triste senza tifosi in casa, ma dobbiamo stare concentrati sul gioco e la partita. Non pensiamo ad altro, solo alla partita".

E' la prova di maturità per la squadra visti gli ultimi risultati? "Sì, siamo in un buon momento, se parlano bene di noi è perché stiamo facendo bene, ma dobbiamo continuare così. Dovremo far sentire scomodo il Napoli".

18.38 - Ora tocca al tecnico Imanol Alguacil 

Sarà la prima gara in casa in Europa, come si sente lei e la squadra? "C'è grande voglia, è chiaro che sarà una sfida importantissima e dovremo provare a vincere". 

Cosa pensa del Napoli? Come arriverà dopo il ko con l'AZ? "Sicuramente non influenzerà il loro livello, è una squadra sempre pericolosa, entrambe le squadre vorranno vincere, ci rispetteranno e li rispetteremo". 

Quale è l'aspetto più importante da sottolineare per il Napoli? "Se li prendiamo uno ad uno sono tutti di grande livello, gioca anche in modo simile al nostro, è un gruppo, è un candidato a vincere lo Scudetto, è bellissimo affrontarli, crediamo di poterli contrastare". 

Sugli infortunati: "Januzaj e Berrenetxea ci sono. Abbiamo avuto modo di recuperare, tutti vogliono giocare"

Si aspetta un Napoli offensivo? "Sarà una gara veloce, il Napoli ha velocità, ma anche noi, ad entrambe piace avere il pallone, sarà una gara equilibrata e vedremo chi prenderà il sopravvento. Noi abbiamo fiducia nel nostro gioco e siamo in un ottimo momento". 

E' la gara più importante? "Per me tutte le gare sono importanti, ho ripetuto in settimana che sono uguali al di là del rivale, anche se forse è la più importante, contro un club storico, che gioca la Champions, con una squadra con un potenziale enorme e che punta al titolo in Italia. E' un rivale pericolosissimo, lo rispettiamo, ma andremo a competere faccia a faccia, sapendo che abbiamo armi difensive ed offensive per vincere. Finita questa poi la più importante sarà quella dopo". 

Cosa dirà per motivare la squadra visto che mancherà pubblico? "Assolutamente no, lo sono già, tutti vogliono giocare, dopo le vittorie non c'è stanchezza e poi è una gara in casa contro il Napoli, c'è l'orgoglio di giocare e vincere".

La chiave tattica della gara? "Dipende anche dai giocatori che schiereranno, Insigne o Lozano non è la stessa cosa, così come Fabian o Mertens oppure ancora Fabian o Bakayoko. Dipende dalle scelte che gioco faranno. Ad entrambe le squadre piace dominare la partita, entrambe fanno attacchi posizionali e non tanto nella transizione, sono squadre simili, loro hanno potenziale enorme in ogni reparto, non hanno mai perso se non a tavolino. Sarà un partidazo di Champions e loro l'hanno fatta in questi anni, hanno squadra da Champions e per vincere lo Scudetto".

Gara chiave per passare con 6 punti in 2 vittorie? "Sì, senza dubbio ci darebbe un'ottima posizione, ma andiamo partita per partita come detto perché mancherebbero tante gare. La cosa più importante è fare bene, stare sempre concentrati ed evitare cali come nell'ultima partita".

C'è l'ambizione di poter vincere l'Europa League? "Siamo competitivi, lo dissi anche prima del lockdown quando non avevamo forse ancora i risultati. Oggi abbiamo un livello straordinario, vediamo domani contro una squadra da Champions"

A Maradona gusterebbe giocare in questa squadra? "Sicuramente sì, ma qui bisogna lavorare e correre. Lui aveva tantissima qualità, il resto forse meno (ride, ndr), noi abbiamo Silva con quella qualità e siamo competitivi"

Il ko del Napoli obbliga gli italiani a giocare per vincere. "Il Napoli è una squadra che punta a vincere, al di là del primo ko, giocherà qui con la stessa ambizione e lo stesso modo, se avesse vinto non sarebbe cambiato niente. Noi pur avendo vinto non cambieremo allo stesso modo il gioco". 

Rilassamento è possibile vedendo il ko del Napoli con l'AZ? "No, l'intenzione è la stessa, l'obiettivo è lo stesso: vincere".

Chi porterebbe via tra Insigne, Osimhen, Mertens e Lozano? "Tutti (ride, ndr). Non solo in attacco, ha anche Koulibaly, Manolas, Maksimovic dietro, tutti i ruoli sono bravi, è una super squadra ed è candidato allo Scudetto e l'EL. 3-4 anni fa andai a Napoli, provai a vedere una partita del Napoli di Sarri ma era fuori casa, è una squadra storica..."

19.09 - Termina la conferenza stampa