Il coronavirus cambia Italia-Bosnia: dubbi sulla sede di Firenze, c'è l'ipotesi estero

La Gazzetta dello Sport scrive che è tutt’altro che sicuro, anche se non ancora da escludere.
01.08.2020 14:45 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il coronavirus cambia Italia-Bosnia: dubbi sulla sede di Firenze, c'è l'ipotesi estero

E' dal 18 novembre 2019 che la Nazionale non scende in campo, ma il prossimo impegno è ormai fissato: Italia-Bosnia, 4 settembre, esordio in Nations League. Ciò che è ancora in dubbio, invece, è la sede del match. Attualmente la gara dovrebbe disputarsi a Firenze, ma non è certo. La Bosnia, avversaria nel primo atto di Nations League, è uno dei Paesi per i quali vale il blocco di ingresso in Italia. Oggi al Franchi non si potrebbe giocare, a settembre chissà.

La Gazzetta dello Sport scrive che è tutt’altro che sicuro, anche se non ancora da escludere. E che la soluzione campo neutro all’estero è più di un’ipotesi. La Figc ha già segnalato quanto richiesto dall’Uefa al Governo, per capire se e come muoversi per organizzare la gara altrove. La risposta è stata al momento interlocutoria: il Governo, spinto da un cauto ottimismo e sperando in un calo dei contagi, ha preso tempo in attesa di ulteriori verifiche. E la Figc, in stretto contatto con i ministro Spadafora e Speranza, fa altrettanto: non ha ancora rinunciato all’idea di poter giocare a Firenze.