21 giocatori in 3 gare: Gattuso vola con i 5 cambi e 'aiuta' anche il club

Rino Gattuso ha programmato alla perfezione la ripartenza dopo il lungo stop ed è stato premiato con la Coppa Italia e la vittoria di Verona
25.06.2020 13:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
21 giocatori in 3 gare: Gattuso vola con i 5 cambi e 'aiuta' anche il club

di Antonio Gaito - Rino Gattuso ha programmato alla perfezione la ripartenza dopo il lungo stop ed è stato premiato con la vittoria della Coppa Italia ed il successo sul campo complicato del Verona. Il lavoro personalizzato è stato scrupoloso, l'aumento graduale dell'intensità programmato nei dettagli, ma anche le rotazioni di queste prime tre gare sono state studiate ed adattate per mettere in difficoltà tutti gli avversari nei secondi tempi.

Sono già 21 infatti gli azzurri impiegati in questi primi 270 minuti. A Verona s'è presentato con 5 cambi dall'inizio (ma con giocatori co-titolari e praticamente di pari livello ai titolari come Ospina, Allan, Milik, Hysaj e Politano) e nella ripresa ha potuto fare la differenza inserendo elementi del calibro di Fabian e Mertens, gestiti dopo dei problemi muscolari, ma anche Lobotka, Lozano, autore del gol che ha chiuso la partita, e Ghoulam, protagonista dell'angolo tagliato per il 2-0. E Gattuso, girandosi in panchina, aveva ancora Callejon, Mario Rui, Elmas, Younes, Llorente, elementi di una rosa che per lunghezza e assortimento possiamo definire seconda probabilmente soltanto a quella della Juventus. Nella prossima partita con la Spal potrebbero diventare 23, considerando che Manolas è pronto a tornare titolare dando il cambio ad uno dei due centrali (solo loro, con Di Lorenzo, le hanno giocate tutte) ed una chance a gara iniziata potrebbe arrivare anche per Llorente.

Così Gattuso ed il suo staff hanno tenuto alto il livello d'intensità per tutte e tre le partite, abbassando notevolmente anche il rischio infortuni e coinvolgendo tutta la rosa per farla sentire parte del progetto ed evitare stravolgimenti in estate. Il tecnico sta parallelamente facendo anche un lavoro in prospettiva, provando a capire su chi contare e chiarendo molte situazioni pure alla società. Ghoulam è l'esempio perfetto. "Per tanti anni è stato uno dei migliori terzini al mondo, può fare di più ora che non sta più avendo problemi ad allenarsi", le parole di Gattuso sull'algerino, impiegato per quasi 25 minuti dopo 261 giorni di assenza, ed il ds Giuntoli potrà capire se poter puntare o meno su di lui chiarendo l'annosa questione del laterale mancino. Far sentire importanti Allan, Milik e Hysaj nonostante la loro posizione sul mercato, o pungolare Lozano, con il cambio d'atteggiamento già visto anche a Verona, potrebbe far parte dello stesso scenario.