Allarme per Leicester: 3 big azzurri per la zona rossa non possono giocare: l'Uefa interverrà?

In UK chi proviene o è stato in zone rosse negli ultimi 10 giorni dovrà seguire una quarantena addirittura di 10 giorni.
09.09.2021 14:40 di Antonio Gaito Twitter:    vedi letture
Allarme per Leicester: 3 big azzurri per la zona rossa non possono giocare: l'Uefa interverrà?
TuttoNapoli.net
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Leicester-Napoli è destinata a far discutere fino al fischio d'inizio. L'Inghilterra al momento ha un lungo elenco di paesi in "lista rossa" (qui il documento governativo) e per chi proviene da quelle zone, o è passato da lì nei 10 giorni antecedenti all'arrivo, dovrà seguire una quarantena addirittura di 10 giorni. Questo scenario dovrebbe riguardare diversi azzurri, rendendoli così indisponibili per la trasferta, salvo un intervento speciale dell'Uefa con cui il Napoli è in contatto. Proviamo a fare chiarezza sulla situazione dopo i tanti nomi tirati in ballo in questi giorni:

OSIMHEN OUT - Per le normative è fuori dal match: la Nigeria non è in lista rossa, ma lo è Capo Verde, dove ha giocato martedì 7, meno di 10 giorni prima dell'arrivo a Leicester.

OSPINA OUT - Non ci sono dubbi al momento su di lui perché la Colombia è tra i paesi in lista rossa.

ANGUISSA OK - Inserito da diversi media tra i giocatori a rischio, ma in realtà il Camerun, così come la Costa d'Avorio dove ha giocato l'ultima gara, non sono in zona rossa. Basterà solo presentare un tampone negativo di 3 giorni precedenti al viaggio e poi sottoporsi ad un tampone all'arrivo.

KOULIBALY OUT - Ha giocato in Congo con la sua nazionale, per le normative è out ma lo sarebbe stato a prescindere. Il senegalese è anche squalificato: diffidato, fu ammonito nell'ultimo match disputato col Granada.

RRAHMANI OK - Col suo Kosovo è stato in Georgia, paese in zona rossa, ma la gara risale al 2 settembre e quando arriverà in Inghilterra saranno già passati 10 giorni da quella gara.