Di questo campionato potrebbe non restare più traccia

Se il numero di contagiati diminuisce sensibilmente, allora si potrà ripartire. Altrimenti è inevitabile prevedere il contrario
20.03.2020 17:36 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Di questo campionato potrebbe non restare più traccia

Il presidente della Figc Gravina prova a spiegare quali sono i piani per la ripresa del campionato, elenca le possibili date del nuovo inizio, cerca di tranquillizzare i tifosi ma sa bene che nulla dipende da lui o da chi gli sta attorno. Le sorti del calcio sono legate a quelle del virus. Se il numero di contagiati diminuisce sensibilmente, allora forse si potrà ripartire. Altrimenti è inevitabile prevedere che di questo campionato, in futuro, non resti più traccia. Tradotto: difficile ripartire. Anche perché una frase di Gravina, pronunciata a Kiss Kiss Napoli, sembra eloquente: "Questa stagione è da salvare, ma senza danneggiare la prossima". Ri-tradotto: faremo di tutto per riprendere a giocare, magari arrivando anche a luglio se possibile, ma senza condizionare la prossima, di stagione, dunque riducendo ferie o stravolgendo il calendario estivo tra ritiri e amichevoli. 

Non si tratta di pessimismo ma di realismo: in Lombardia la situazione è drammatica e Borrelli, capo della protezione civile, ci informa che il picco di contagi - i cui numeri già oggi sono clamorosamente negativi - arriverà solo tra due settimane. In Campania, invece, De Luca annuncia che entro inizio aprile i contagi, che oggi sono 750, arriveranno a circa 3000. La curva dei positivi al tampone, secondo il governatore, dovrebbe aumentare fino a Pasqua, per poi cominciare a scendere. Si spera. 

Tradotto: il calcio prima di maggio non potrà ripartire. Ma quale sarà la reale situazione a maggio? Si potrà davvero riprendere, ovviamente a porte chiuse? Sarà prudente? E con le coppe europee come si farà? Tanti punti interrogativi e il rischio concreto - soprattutto per la perdita economica stimata in circa 700 milioni che in parte si potranno recuperare col taglio agli stipendi dei calciatori - di non conoscere mai come andrà a finire questa Serie A. Quella reale, da 38 giornate. Altro discorso la faccenda play-off e ogni altra ipotesi per riempire un albo d'oro.