Kouame, 20 mln e più a rischio zero: ecco perchè il Napoli ha fretta di chiudere

05.01.2019 18:04 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:   articolo letto 41233 volte
Fonte: di Arturo Minervini
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Kouame, 20 mln e più a rischio zero: ecco perchè il Napoli ha fretta di chiudere

Il Napoli ha fretta. Molta fretta. Perché ancora una volta vuole evitare di ritrovarsi in situazioni già vissute in passato, coinvolto in aste che non portano mai a niente di buono. Queste le motivazioni che spiegano l’accelerata che il club azzurro ha imposto in queste ore alla trattiva per strappare al Genoa il talento di Christian Kouame.

Preziosi ed i precedenti poco confortanti. “Con il Napoli di affari ne abbiamo chiusi sempre pochi” aveva ricordato nei giorni scorsi il patron del Grifone Enrico Preziosi, sottolineando la difficoltà spesso emersa di trovare un’intesa con uno vulcanico come lui, quell’Aurelio De Laurentiis che pare però in questa fase molto determinato a trovare un’intesa.

Perché il Napoli ha fretta? Perché ogni gara giocata da Kouame rischia di farne aumentare valore ed ammiratori, soprattutto dalla Premier League. In questo momento il Napoli può anche offrire circa 20 milioni di euro per un classe ’97, che ha ingaggio molto basso e che sarebbe comunque operazione della quale rientrare senza troppe difficoltà, considerate le qualità dimostrate dal ragazzo.

Venti milioni a rischio zero. Già perché bloccando Kouame il Napoli si garantirebbe la possibilità di osservarne la crescita in questi mesi in cui sarebbe parcheggiato a Genova, per poi lasciarsi due opzioni: fargli vestire l’azzurro nel caso in cui dovesse confermare tutte le doti messe in mostra in questa prima parte della stagione, oppure trovare una ulteriore sistemazione per fargli proseguire il processo di maturazione. Per un ragazzo del 97 quella cifra, in ogni caso, il Napoli andrebbe a recuperarla senza fare grande fatica. Se dovesse invece andare bene, il club si ritroverebbe un talento che potrebbe anche raddoppiare il suo valore in poco tempo. Ecco spiegata la fretta del club.

“Col Napoli c’è stato un colloquio tra i due presidenti e ora gli operativi devono concretizzare. In settimana ci sarà un ulteriore contatto”. La conferma di Giorgio Perinetti, direttore sportivo del Genoa, è arrivata nelle ultime ore. Contatti frenetici sono in atto, perché si vuole trovare un’intesa, magari trovandosi a metà strada.

(di Arturo Minervini) -Il Napoli ha fretta. Molta fretta. Perché ancora una volta vuole evitare di ritrovarsi in situazioni già vissute in passato, coinvolto in aste che non portano mai a niente di buono. Queste le motivazioni che spiegano l’accelerata che il club azzurro ha imposto in queste ore alla trattattiva per strappare al Genoa il talento di Christian Kouame.

Preziosi ed i precedenti poco confortanti. “Con il Napoli di affari ne abbiamo chiusi sempre pochi” aveva ricordato nei giorni scorsi il patron del Grifone Enrico Preziosi, sottolineando la difficoltà spesso emersa di trovare un’intesa con uno vulcanico come lui, quell’Aurelio De Laurentiis che pare però in questa fase molto determinato a trovare un’intesa.

Perché il Napoli ha fretta? Perché ogni gara giocata da Kouame rischia di farne aumentare valore ed ammiratori, soprattutto dalla Premier League. In questo momento il Napoli può anche offrire circa 20 milioni di euro per un classe ’97, che ha ingaggio molto basso e che sarebbe comunque operazione della quale rientrare senza troppe difficoltà, considerate le qualità dimostrate dal ragazzo.

Venti milioni a rischio zero. Già perché bloccando Kouame il Napoli si garantirebbe la possibilità di osservarne la crescita in questi mesi in cui sarebbe parcheggiato a Genova, per poi lasciarsi due opzioni: fargli vestire l’azzurro nel caso in cui dovesse confermare tutte le doti messe in mostra in questa prima parte della stagione, oppure trovare una ulteriore sistemazione per fargli proseguire il processo di maturazione. Per un ragazzo del 97 quella cifra, in ogni caso, il Napoli andrebbe a recuperarla senza fare grande fatica. Se dovesse invece andare bene, il club si ritroverebbe un talento che potrebbe anche raddoppiare il suo valore in poco tempo. Ecco spiegata la fretta del club.

“Col Napoli c’è stato un colloquio tra i due presidenti e ora gli operativi devono concretizzare. In settimana ci sarà un ulteriore contatto”. La conferma di Giorgio Perinetti, direttore sportivo del Genoa, è arrivata nelle ultime ore. Contatti frenetici sono in atto, perché si vuole trovare un’intesa, magari trovandosi a metà strada.