Koulibaly a KKN: "Qui a vita? Non illudo nessuno, decidiamo a fine stagione. Kulusevski? Ho chiesto Var! Ho sentito Osimhen..."

La redazione di Radio Kiss Kiss Napoli dirama l'intero contenuto dell'intervista nel corso della trasmissione 'Radio Goal'.
24.07.2020 13:16 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
Koulibaly a KKN: "Qui a vita? Non illudo nessuno, decidiamo a fine stagione. Kulusevski? Ho chiesto Var! Ho sentito Osimhen..."

12.15 - “Non ho commesso alcun fallo da rigore su Kulusevski. Ho chiesto all’arbitro di guardare il Var per confermarla. E' stato bravo a lui a giocarsela bene". Così parla Kalidou Koulibaly nella sua intervista a Radio Kiss Kiss Napoli. L'emittente radiofonica ha iniziato a rilanciare qualche estratto della chiacchierata col difensore su Twitter che vi riportiamo in basso.

“Ha ragione mister Gattuso, a volte ci manca la mentalità. Ma grazie ai suoi consigli miglioreremo anche sotto quest’aspetto"

“Vincere a Napoli è speciale, per lo Scudetto vedremo la prossima stagione. Sarebbe bello restare a vita ma non voglio illudere nessuno. Sono nel progetto, a fine stagione parleró con la dirigenza. Ora testa al campo al 100%”.

“Con il Sassuolo gara giusta per testarci in vista del Barcellona. Abbiamo le nostre chance e non dovremo sbagliare con i blaugrana”.

13.04 - La redazione di Radio Kiss Kiss Napoli dirama l'intero contenuto dell'intervista nel corso della trasmissione 'Radio Goal': "Barcellona? "Abbiamo ancora tre partite da giocare, dobbiamo finire bene la stagione e giocarle tutte al 100%, provare a finire bene per arrivare pronti al match di Barcellona. Bisogna migliorare e cambiare mentalità, solo la mentalità può farci andare avanti col Barça".

Sarebbe importante andare alla Final Eight. "Non dobbiamo avere timore e vincere a Barcellona, perché dopo può succedere di tutto. In gara secca possiamo battere chiunque, per cui dobbiamo arrivare alla Final Eight battendo il Barcellona".

Sul legame con Gattuso: "Ci ha studiati bene, sapeva cosa mancava alla nostra squadra. Ci sta sempre vicini, sa come fare a tirar fuori il meglio. Questa è la cosa più importante. Poi ci ha dato un po' di mentalità, che da tempo ci mancava. In campo si vede. Ci sta dando le chiavi per andare avanti, sa di cosa abbiamo bisogno e quella è la sua forza".

Qual è la gara della svolta? "Sapevamo che avevamo bisogno di fiducia e quella vittoria con il Sassuolo ci ha fatto bene. Da lì ci siamo svegliati. La gara di domani con il Sassuolo è importante nel percorso verso Barcellona, perché è una squadra di palleggio, dobbiamo essere bravi a farci trovare pronti dietro e a farci trovare cattivi in attacco. Questa è la partita giusta per preparare il match col Barcellona".

Qual è il percorso che vedi per il Napoli? "Sono qui da anni, avevo vinto solo la Supercoppa Italiana. Ora sono felice di aver vinto anche la Coppa Italia. Ora dobbiamo guardare avanti, alla partita con il Barcellona, e dovremo fare tutto per andare avanti. Abbiamo le nostre chance e non dobbiamo sbagliare nulla".

Il sogno è vincere lo scudetto? "Vincere a Napoli è sempre speciale, l'abbiamo visto con la Coppa, tutti ci hanno aspettati alla stazione. Qui si aspetta da tanto tempo lo scudetto, faremo di tutto per regalare qualcosa ai tifosi. Ora però testa alla Champions League e a vincere le prossime tre di campionato".

Ti piacerebbe restare a vita a Napoli? "Io sto molto bene a Napoli, ma non voglio illudere nessuno, vedremo che succederà a fine stagione. Io sono al 100% col Napoli, sono concentrato sul mio lavoro, voglio aiutare la mia squadra. Per ora sto pensando a questo al 100%. Poi a fine stagione parleremo con la dirigenza. Io sono al 100% su questo progetto, vogliamo andare avanti in Champions League. Sono concentrato su questo e dimentico tutto quello che c'è intorno".

Hai parlato con Osimhen? "L’ho sentito, mi ha chiesto del razzismo in Italia e a Napoli. Gli ho detto che a Napoli può star tranquillo, deve pensare positivo, che qui a Napoli i tifosi vivono di calcio. Gli ho detto che qualche episodio di razzismo c'è stato, così come in altri campionati. Se lo metta in testa. Porte aperte per lui e la sua famiglia, vedrá che i tifosi azzurri sono fantastici, belli, fantastici. Non deve pensare ad altro se vuole venire a Napoli".

Mertens segna anche in allenamento o lo fermi tu? "Io provo a dire la mia anche in allenamento. Dries è uno dei più grandi attaccanti con cui ho giocato, in allenamento mi mette in difficoltà, Ciro lo conoscete, vuole sempre far gol".

13.15 - Termina l'intervista di Kalidou Koulibaly alla radio ufficiale.