Né Juve né Inter, Milan neanche: nessuno in A ha i numeri del Napoli

Insomma, il Napoli eccelle sia in fase offensiva che in fase difensiva, fermo restando che per competere tutto l'anno bisogna ancora crescere.
07.12.2020 15:57 di Pierpaolo Matrone Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Né Juve né Inter, Milan neanche: nessuno in A ha i numeri del Napoli

Dopo la sconfitta con il Sassuolo, s'è gridato allo scandalo. Dopo il 3-1 subito dal Milan nello scontro diretto di quindici giorni fa, in tanti avevano affermato con sicurezza che questo Napoli non potesse competere per lo scudetto. Dopo i passi falsi in Europa League con l'AZ qualcuno ha addirittura dubitato perfino di Rino Gattuso, arrivato un anno fa tra le macerie della gestione-Ancelotti, terzo nel girone di ritorno dello scorso campionato e con un impatto spaventoso sulla nuova stagione. Eppure basterebbe aprire un sito specializzato in statistiche, come dovrebbero fare gli addetti ai lavori per deformazione professionale, per rendersi conto di una grande verità: nessuno in Serie A ha i numeri del Napoli.

GOL E NON SOLO - Partiamo da quelli più semplici. La formazione azzurra ha collezionato 21 punti sul campo quest'anno in appena 9 partite disputate, con una media di 2,33 punti a partita. Solo il Milan capolista ha fatto meglio, beneficiando però di ben 8 rigori, statistica in cui il Napoli è invece ultimo con nessun penalty a favore pur essendo la compagine che entra più di tutte nelle aree avversarie in partita. In nove gare Mertens e compagni hanno realizzato ben 24 gol - due in meno dell'Inter che però ha una gara in più con una media di 2,66 reti a partita (la migliore del campionato) - e ne ha incassate appena 7 (e non 10) con una media di 0,77 gol subiti a partita, dati che valgono a Gattuso la soddisfazione di avere la miglior difesa del campionato.

GLI ALTRI NUMERI - Non è finita qui. Non c'è un'altra squadra in Serie A che crea una mole di gioco così importante come quella di Ringhio, il sodalizio che calcia di più in porta - pur avendo una partita in meno rispetto alle concorrenti - con ben 153 tiri inanellati fin qui e che è secondo solo alla Juve nella speciale classifica del possesso palla (30 minuti e 24 secondi per match). Tra le big, poi, il Napoli è la squadra con maggiore armonia nelle trame d'attacco, tant'è che gli avanti azzurri non vengono pescati quasi mai in fuorigioco (solo 14 volte, primo posto col Sassuolo) e si regalano assist a gogo (17), sfonda di più sulle fasce e conquista il numero più alto di corner (66).

DIFESA AL TOP - E ancora, tornando al reparto arretrato, il portiere partenopeo - che sia Ospina o Meret - è il secondo meno sollecitato (20 parate) del campionato, considerando solo la parte sinistra della classifica. Nelle nove partite di campionato disputate, inoltre, gli azzurri hanno mantenuto la porta inviolata ben 5 volte, più di chiunque altro. Insomma, il Napoli eccelle sia in fase offensiva che in fase difensiva, fermo restando che per competere tutto l'anno bisogna ancora crescere.