RILEGGI LIVE - Dimaro 2022, ADL: "Sarà un importante Dimaro-mercato. Chi resta? Sicuro Anguissa! Su Dries...", Spalletti: "Lavoriamo ad altra squadra forte"

Premi F5 per aggiornare la diretta e seguire il live
18.05.2022 14:17 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Fonte: di Antonio Gaito
RILEGGI LIVE - Dimaro 2022, ADL: "Sarà un importante Dimaro-mercato. Chi resta? Sicuro Anguissa! Su Dries...", Spalletti: "Lavoriamo ad altra squadra forte"
TuttoNapoli.net

Dal 9 al 19 luglio prossimi la SSC Napoli svolgerà la preparazione precampionato a Dimaro Folgarida, in Val di Sole nel Trentino occidentale. Si tratta di un legame che si protrae ormai da dodici anni segnando così una sorta di primato da Guinness per club professionistici a livello europeo. L’appuntamento sarà ufficialmente presentato alla stampa tra pochi minuti presso SSC Napoli Konami Training Center a Castel Volturno. Saranno presenti, tra gli altri, il Presidente SSC Napoli Aurelio De Laurentiis e l’allenatore Luciano Spalletti, Maurizio Rossini (Ceo Trentino Marketing) e Marco Katzemberger (vicepresidente APT Val di Sole ed Assessore al Turismo del Comune di Dimaro Folgarida)

13.08 - Inizia la conferenza stampa

13.10 - Viene proiettato un video di presentazione del ritiro

13.13 - Si parte con Maurizio Rossini (Ceo Trentino Marketing): "Siamo contenti di annunciare l'undicesimo ritiro del Napoli, ma torniamo ad un ritiro normale, non vediamo l'ora di riprendere con maggiore serenità nei rapporti tra le persone senza le tensioni della pandemia. Abbiamo già ripreso nell'inverno scorso una quasi normalità, anche molti sciatori napoletani ci hanno raggiunto nella stagione invernale e le prenotazione per l'estate sono davvero numerose e quindi fa ben sperare. Organizziamo le cose al meglio, partiamo in anticipo pr far vivere la natura 12 mesi l'anno. Sappiamo l'importanza del ritiro, siamo pronti per la squadra ma anche per i tifosi che vogliono stare vicini alla squadra e vivere la nostra natura".

13.16 - Prende la parola ADL: "E' un ritiro normalizzato, incontro importante con i tifosi che tutti i giorni potranno fare la cronaca degli avvenimenti, siamo in pieno mercato, sarà importante per chi legge, chi segue l'evoluzione della squadra. Ci saranno partite come al solito, la normalizzazione è importante perché avremo possibilità di ospitare più di mille persone in tribuna. L'ultima volta abbiamo avuto 70mila napoletani e ci auguriamo che col ritorno alla normalità senza distanze e limitazioni di riprendere anche in piazza le attività di intrattenimento con un programma che andremo a creare. Sarà un ritiro per un'importante ricostruzione psico-fisica, usciamo da 2 anni davvero poco edificanti per tutti, e quando vedi quelle gare tra Real e City ti riempi di gioia il cuore di poter rivedere in alto anche il calcio italiano. Qualcuno ha detto che è un anno ridimensionato, ma io credo sia la novità con un campionato molto combattuto sia in alto che in basso, siamo in 20, se fosse così facile vincere allora uno vincerebbe sempre, qualcuno l'ha fatto, dirazzando in passato, ma anche lì le cose sono un po' cambiate...".

13.28 - Tocca a Spalletti: "Fare la preparazione in Trentino ci permette di lavorare con un panorama mozzafiato, le Dolomiti sono come auricolari con dentro i suoni di una natura incantevole. Ci torniamo volentieri, ci siamo trovati molto bene, era già una scelta della società ma vale anche per noi. All'Hotel Rosatti abbiamo trovato una sistemazione familiare. Dimaro è a 700mt d'altitudine, le condizioni favorevoli per allenarsi ad una temperatura corretta e di riposare correttamente la notte. C'è il torrente noce con una gradazione di 5-6° per l'immersione muscolare che permette rapidi recuperi dallo sforzo e poi ci creano la zollatura della pista per lavorare con due gruppi contemporaneamente. E' perfetto per il ritiro, quasi 2h da Verona, poi ci si arriva facilmente, il campo è molto vicino all'albergo. Se ci fate trovare anche un vulcano tra quelle montagne allora siamo a posto (ride. ndr)".

Per Maurizio Rossini (Ceo Trentino Marketing). vi sentite un modello evoluto di fare un ritiro come negli anni scorsi? "Lavorare insieme ci aiuta, abbiamo capito le esigenze dei tifosi e cercheremo di costruire intorno al ritiro una serie di iniziative per farli star bene. Al centro anche le esigenze sportive perché è un momento molto importante per squadra e società e predisporre attrezzature e rispettare i ritmi della parte sportiva".

Per ADL, c'è attesa per la locandina di Trentino per gli indizi, ogni anno qualcuno c'è e qualcuno no. Chi ci sarà sicuramente? "Io vi potrei fregare, mettendo una carrellata di c'è stato in passo (sorride, ndr). Chi è che deve rimanere? Anguissa sicuramente rimane, va bene?".

Per ADL, ha annunciato tante novità. "Se dovessi svelare tutte le iniziative che stiamo preparando... lo sapranno i visitatori quando arriveranno numerosi. Saranno novità fortissime. Proprio prima di entrare abbiamo organizzato una giornata fantastica, ma non diciamo niente: sarà il privilegio della scoperta".

Per Spalletti, sarà un'estate particolare per la preparazione con l'inizio e poi lo stop per i mondiali? "Non si fanno più le preparazione come una volta basate nell'arrivare in fondo al campionato, in quel periodo lì è il momento in cui il preparatore deve mettere un po' di basi su resistenza, forza, ma soprattutto si va a incrementare la qualità, l'intesa, lo stare bene in campo, mettendo a posto il motore, ma è un motore che poi ha bisogno di settimana in settimana di richiami, non cambierà niente. Si fa l'elenco delle partite, quanto sono ravvicinate, cosa si può mettere dentro la settimana tipo o solo 3 giorni e lì dipenderà dal calendario". Interviene ADL: "Una precisazione: c'è il periodo del mondiale, senza l'Italia, ma vedendo il calendario non c'è dubbio che in semifinale o in finale non ci saranno tutte le squadre, quindi molti rientreranno. Dal 23-24 novembre noi stiamo cercando di organizzarci con altre squadre per fare qualcosa... si era parlato di Usa, Emirati, forse Nord Africa, stiamo vedendo e studiando, c'è una commissione di Lega che valuta le opportunità, poi è chiaro che non puoi convincere tutte a seguire un certo protocollo e qualcuno si organizzerà o si è già organizzato in un altro modo. Noi non possiamo stare fermi dal 15 novembre al 6 gennaio, dovremo essere pronti e pettinati per non soffrire".

Per Spalletti, un anno fa doveva dare entusiasmo all'ambiente ed era innamorato della squadra, tra due mesi? "Quando siamo innamorati il sentimento rimane, il desiderio è organizzare un'altra squadra forte, visto che qualcuno vista la bontà dei risultati allora altri saranno interessati a portarli via. Per poter ambire a posizioni di classifica importanti, si sta già lavorando su questo e si vedrà il mercato cosa ci metterà davanti e io resterò ugualmente innamorato della squadra come quando ho iniziato questo lavoro", ADL: "Si potrà rinominare Dimaro-mercato, un periodo sempre molto importante dove delle cose avvengono, però resterei sul Trentino...".

Per ADL, tra le gigantografie di Dimaro ci sarà anche Olivera del Getafe? "Ne stiamo seguendo tanti, magari mostreremo una goleada di gigantografie...".

Per ADL e Spalletti, c'è un'esigenza di completare prima la squadra visto il calendario compresso? ADL: "La domanda non c'entra nulla col Trentino (ride, ndr), io non rispondo... ma poi siete così arguti sulla Gazzetta a inventare la qualunque...".

Per Spalletti, quando pensa di dover tornare a lavorare qui dopo i due ritiri? ADL e Spalletti insieme: "L'8 agosto".

Per Maurizio Rossini (Ceo Trentino Marketing) sulla volontà di proseguire il rapporto col Napoli: "La volontà c'è".

Per ADL, Mertens idolo anche lì a Dimaro. Possiamo dire ai bambini che ritroveranno anche Dries? "Vi ho già detto che abbiamo parlato e dovremo incontrarci di nuovo. Trovo inopportuno, quando si sta ancora giocando, mettere pressioni, speranze, delusioni. Ora ci si gioca, ci si allena, poi chi è veramente interessato non scompare e si parla. Giocheremo alle 12.30, poi vediamo, il 25 credo sarà a Napoli, il 26, 27, mica scappiamo. Con mister Spalletti dobbiamo incontrarci per buttare le base ancora più spesso sulle aspettative che qualcuno di voi voleva sapere sul mercato, non è che improvvisamente scompariamo tutti, noi siamo una realtà permanente, rispettosa di ruoli e professionalità".

Per ADL, ci sarà contatto con i tifosi dopo la Pandemia? "Vi ho già detto che con Formisano stiamo studiando il ritorno alla normalità, con una scaletta per la piazza generale, col teatro all'esterno o all'interno in caso di tempo inclemente, ma speriamo di no, organizzeremo varie cose. Tornano gli autografi ovviamente, ma sempre con la precauzione perché il sistema non è ancora rientrato nella norma e vanno tenute le precauzioni".

Per Maurizio Rossini (Ceo Trentino Marketing), quante amichevoli sono previste? "Il programma deve essere ancora consegnato, aspettiamo la definizione dei 10 giorni ma anche delle amichevoli, credo un paio, che portano un afflusso supplementare del 50% di gente che raggiunge il ritiro in giornata, come nel weekend e per questo proviamo ad evitare le gare nel weekend per evitare un eccessivo affollamento".

Per Spalletti, si attende una sorpresa a Dimaro come quando ADL portò di notte Higuain? Interviene ADL: "Tempi difficili per tutti, attendiamo anche le uscite per le acquisizioni, se ci fossero solo acquisizioni sarebbe tutto da discutere".

Per Spalletti, inaugurò la pettorina 'sarò con te', ora ne ha un'altra in testa o proseguirà con quella? "E' un inno partito dai tifosi, tocca molte cose dello spogliatoio, è piaciuto molto, ci ha aiutato nelle difficoltà, è uno stimolo per essere più duri da sconfiggere, diventa dura trovarne un altro di quella bellezza"

14.17 - Termina la conferenza stampa