rileggi live

Real Madrid-Napoli 4-2 (9' Simeone, 11' Rodrygo, 22' Bellingham, 47' Anguissa, 84' Paz, 94' Joselu): azzurri ko, si deciderà tutto col Braga!

29.11.2023 22:59 di Redazione Tutto Napoli.net Twitter:    vedi letture
Fonte: da Madrid, Francesco Carbone. In redazione: Antonio Noto
RILEGGI LIVE - Real Madrid-Napoli 4-2 (9' Simeone, 11' Rodrygo, 22' Bellingham, 47' Anguissa, 84' Paz, 94' Joselu): azzurri ko, si deciderà tutto col Braga!
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Il Napoli esce sconfitto per 4-2 dallo stadio Bernabeu contro il Real Madrid. Gli azzurri si giocheranno il passaggio agli ottavi di finale di Champions all'ultima giornata in casa contro il Braga.

22.59 - FINISCE QUI!

GOL DEL REAL MADRID! 90'+4 - Bellingham fa partire l'azione e va da Nacho. Poi la palla torna all'inglese, che la rifinisce anche in area per Joselu: davanti a Meret lo spagnolo non può sbagliare.

90' - Cajuste finisce a terra nell'area del Real Madrid: giallo per lui per simulazione.

90' - L'arbitro concede sei minuti di recupero. 

87' - Sostituzioni anche per il Real Madrid: esce Rodrygo, dentro Lucas Vazquez. Dentro anche Nacho al posto di Mendy.

87' - Doppio cambio per il Napoli: fuori Juan Jesus, dentro Zanoli. Entra anche Raspadori al posto di Lobotka.

84' - GOL DEL REAL MADRID! Nico Paz con una giravolta supera Cajuste, poi calcia dalla lunga distanza col mancino: palla all'angolino, Meret si distende ma si fa piegare le mani!

79' - Lancio per Bellingham, controllo al bacio e tentativo d'esterno: Meret fa un miracolo. Sulla ribattuta Joselu di testa non inquadra lo specchio della porta.

78' - JOSELU! Rodrygo riceve a destra, va via a Juan Jesus e crossa: Meret devia e impenna la traiettoria, sul secondo palo Joselu ci prova con la rovesciata e mette di poco alto sopra la traversa.

78' - Cambio per il Napoli: esce Politano ed entra Cajuste. 

77' - RUDIGER! Bellingham dribbla Juan Jesus sulla sinistra e scucchiaia al centro: incornata di Rudiger, Meret ha un gran riflesso e dice di no.

75' - Politano parte palla al piede a gran velocità, poi sterza su Kroos e viene steso: per l'arbitro è tutto regolare.

73' - Bellingham, cross basso sul quale però non arriva nessuno.

68' - GOL ANNULLATO A OSIMHEN! Politano scappa via a Kroos, poi va da Osimhen nello spazio: destro in rete, ma il nigeriano è in offside.

65' - Cambio anche in casa Napoli: Elmas rimpiazza un acciaccato Zielinski. 

65' - Sostituzione per il Real Madrid: fuori Brahim Diaz, dentro Paz.

63' - JOSELU! Mendy riceve sulla sinistra e va al cross. Troppo statici i centrali del Napoli, Joselu quasi non se l'aspetta e sul secondo palo colpisce di coscia, mettendo incredibilmente alto.

61' - Crampi per Brahim Diaz, che però stringe i denti e resta in campo.

59' - Di Lorenzo va al cross, ribattuto. Sul secondo traversone c'è Kvaratskhelia, che sbaglia però l'aggancio.

58' - Sugli sviluppi di un corner subito colpo di testa di Joselu: palla fuori dallo specchio.

57' - Cambio tra le fila del Real: esce Ceballos ed entra Joselu.

52' - Il Napoli spreca una clamorosa ripartenza in tre contro uno. Anguissa porta palla, appoggia a Kvara che va da Osimhen in mezzo: suggerimento impreciso, si salva il Real Madrid.

49' - Zielinski commette fallo e si becca il giallo.

47' - GOOOOOOOOL DEL NAPOLIIIIII!!!!! Di Lorenzo scucchiaia in area per Anguissa, che prima tenta il cross, ribattuto da Ceballos, poi si ritrova la palla sul destro ed esplode una conclusione potentissima che non dà scampo a Lunin!

46' - Sostituzione all'intervallo per il Napoli: fuori Simeone, dentro Osimhen.

22.06 - INIZIA LA RIPRESA!

Dopo 45 minuti il Real Madrid è avanti sul Napoli: vantaggio azzurro con Simeone, ribaltone firmato Rodrygo e Bellingham.

21.50 - TERMINA IL PRIMO TEMPO!

45'+2 - ZIELINSKI! Politano scarica al limite dell'area per il polacco: sinistro deviato, palla di poco alta sopra la traversa.

45' - L'arbitro concede quattro minuti di recupero.

44' - Problemino fisico per Bellingham, che si accascia al suolo. Entra lo staff medico, ma non pare nulla di grave.

42' - Intanto sull'altro campo del girone l'Union Berlino è avanti sul Braga. In questo momento il Napoli sarebbe qualificato lo stesso agli ottavi con un turno d'anticipo.

38' - Cross di Politano per Simeone: Lunin esce e blocca in presa alta.

36' - Palla in profondità per Brahim Diaz sulla destra. Cross teso, Rrahmani fa buona guardia.

Intanto nell'altra partita del girone tra Braga e Union Berlino, i portoghesi sono in dieci uomini. 

30' - BRAHIM! Rodrygo avvia un contropiede a gran velocità. Assist per Brahim Diaz, che da buona posizione spara largo: si salva il Napoli.

25' - Politano converge al centro e va al traversone, troppo profondo però per Simeone.

24' - SIMEONE! Palla in area per il Cholito, che controlla e calcia a gran velocità: si fa trovare pronto Lunin che respinge.

22' - GOL DEL REAL MADRID! Alaba premia il movimento di Bellingham alle spalle di Natan: lancio precissimo per l'inglese che di testa in area spinge in fondo al sacco!

17' - Salgono i ritmi del Real Madrid. Adesso il Napoli fa fatica a uscire dalla propria metà campo.

14' - BELLINGHAM! Cross basso di Carvajal per Bellingham che in area la chiude ma spara alto sopra la travera.

11' - GOL DEL REAL MADRID! Ripartenza del Real con Brahim Diaz che lascia la palla a Rodrygo, che si sposta la sfera sul destro ed esplode un tiro che si insacca all'incrocio, imprendibile per Meret!

9' - GOOOOOOOL DEL NAPOLIIIIII!!! Kvaratskhelia sventaglia sul secondo palo, arriva Di Lorenzo che di prima intenzione mette al centro per Simeone: tap-in vincente, Lunin la prende ma dietro la linea della porta.

7' - Bellingham prova ad andare via tra le linee, ma Di Lorenzo recupera subito la sfera.

5' - Juan Jesus allarga per Kvaratskhelia, che si accentra e cerca la sventagliata profonda: pallone troppo lungo sia per Politano che per Anguissa.

3' - Fase di studio della partita. In fase di non possesso il Real Madrid si schiera col 4-4-2.

21.00 - PARTITI! INIZIA IL MATCH!

20.55 - Le squadre fanno il loro ingresso sul terreno di gioco. 

20.36 - Il ds del Napoli Mauro Meluso ha parlato ai microfoni di Infinity + a pochi minuti dalla sfida con il Real Madrid: "Il Napoli ha una rosa importante con tre centravanti di assoluto valore. È giusto che Simeone si giochi le sue carte questa sera, un giusto turnover del reparto offensivo".

È scoccata la scintilla con Mazzarri?
"A Bergamo per larghi tratti abbiamo visto una squadra equilibrata, abbiamo ritrovato lo spirito di squadra che si era un po' perso. La responsabilità è di tutti, non solo di chi c'era prima. Mazzarri è stato bravo ad entrare nel cuore della squadra e dei giocatori, questa squadra è composta da persone per bene".

Qual è stato l'errore più grande di Garcia e quale è la prima cosa che Mazzarri ha messo a posto?
"Non è giusto parlare ora di Garcia, ora stiamo per giocare una partita importante. Mazzarri ha portato entusiasmo, ha portato serenità e il suo modo di essere. Conosce l'ambiente, conosce il presidente. Ha tutte le carte in regola per mettere le cose nella giusta direzione".

20.35 Davide Ancelotti, vice-allenatore del Real Madrid, ha parlato a Prime Video del suo ruolo da assistente di papà Carlo: "Quando lavori insieme a tuo padre, puoi sicuramente utilizzare il fatto di non avere barriere comunicative, la comunicazione è costante e onesta. All'interno del centro sportivo io sono il vice e lui è l'allenatore, poi ovviamente ci sono dei momenti, come quando segniamo un gol, in cui si vede che siamo padre e figlio".

Andate sempre d'accordo?
"No. Quando si preparano le partite c'è sempre un tavolo di discussione in cui ognuno mette al centro le sue idee. Il compito dello staff è di sfidare le sue idee, farlo pensare, tenerlo vivo".

Carlo poliziotto bravo e Davide poliziotto cattivo?
"Non rende l'idea perché caratterialmente siamo due persone molto simili. Io sono un po' più il braccio sul campo. Il mio ruolo non è quello di essere amico dei calciatori. Di capire e accogliere le sue emozioni, sicuramente, ma non di diventare loro amico altrimenti sarebbe dannoso".

Sui primi anni di carriera.
"Quando sono arrivato nello spogliatoio del Real Madrid, la prima volta, con Casillas, Ronaldo, Ramos ho dovuto rimboccarmi le maniche. Loro mi testavano, volevano vedere le mie capacità".

Hai dovuto convivere con l'accusa di essere un raccomandato.
"L'accusa di essere un raccomandato me la porto dietro da sempre, bisogna superarle. Come l'ho fatto? Lavorando e avendo il supporto delle persone che mi vogliono bene".

Quando comincerai ad allenare da solo?
"Non mi sono prefissato un momento in cui comincerò ad allenare da solo, ma non ho ansia e fretta. Speriamo che ci sia una dinastia Ancelotti, significa che avrò fatto anch'io qualcosa nel mio futuro".

20.30 Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, ha parlato del rapporto con suo figlio Davide in un'intervista a Prime Video: "Davide è un allenatore equilibrato, serio. Ha iniziato come preparatore atletico al PSG, poi con noi al Real Madrid. E' cresciuto, intendendo qual è il lavoro di uno staff. E' dentro lo staff da dieci anni. Gran parte del lavoro in allenamento lo fa lui. Come carattere mi somiglia molto. Ha competenze e capacità per fare un'ottima carriera, per vivere in questo mondo e gestire tutti i momenti, facili e difficili. Ha conoscenze e carattere".

Farebbe il vice di suo figlio? "Lo farei, non avrei nessun problema. Come lui dà una mano a me oggi io potrei dare una mano a lui domani. Se mi chiedi di farlo potrei anche farlo".

20.15 Juan Jesus, difensore del Napoli, prima del match di Champions League contro il Napoli è intervenuto al microfono di Prime Video: "Non è una novità per me fare il terzino sinistro. Con Mazzarri ho un buon rapporto, lo conosco dai tempi dell'Inter. Io mi metto a disposizione della squadra, specie in una partita come questa, bellissima, in cui bisognerà divertirsi per fare bene".

Com'è cambiato Mazzarri? "E' uguale, caratterialmente ha la stessa grinta. Ci ha dato immediatamente una mano, siamo tranquilli e adesso conta vincere e lavorare. Il Napoli non deve avere paura del Real Madrid, ma rispetto sì. Siamo undici contro undici. Loro sono il Real Madrid e hanno una grande storia, noi dobbiamo farci valere e giocare alla pari".

Chi non vedi l'ora di incontrare in campo? "Kvaratskhelia! Spero stia bene".

20.02Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Prime Video nel pre-partita della sfida di Champions League col Real Madrid: "Io sono contentissimo della squadra, perché il Napoli non è mai cascato. Ha avuto qualche inciampo, come nella vita capita. Da qui a dire che non è più il Napoli dello scudetto ce ne passa. Sono sempre dell’idea che i conti si fanno alla fine. Quindi vediamo le coppe e il campionato, vediamo come i grandi gestori del calcio, che hanno la grande responsabilità di affossare questo calcio, se riescono invece a renderlo più moderno ed efficace e meno prolisso per i giovanissimi che non ce la fanno più a seguire un calcio superato e vecchio”.

Sugli stadi: "Gli stadi adesso sono al primo posto assoluto, perché devono essere dei luoghi utilizzabili 24 ore al giorno e sette giorni alla settimana. I valori sono valori e non cambiano, quello bisogna far capire alla struttura genitoriali”.

Un Madona come il Bernabeu? “Se lo juventino Gaetano Manfredi riuscirà fuori dal legame che lo lega al consiglio comunale e mi dà lo stadio, prometto che nel giro di un anno lo faccio diventare lo stadio più bello d’Italia. Se invece i consiglieri comunali odiano il Napoli, o a Caserta o a Pompei possiamo fare uno stadio. Napoli e Campania sono un tutt’uno. Il presidente della Regione sta dalla mia parte ed è stato l’unico a mettere un po’a posto lo stadio”.

Il Napoli si fa amare: "Lo abbiamo amato all’epoca di Sarri, di Spalletti ma anche con Ancelotti e Mazzarri, che è il primo che ci ha fatto fare i salti di gioia in Europa. Speriamo che i politici non ci eliminano il decreto crescita, se no tutta questa europeizzazione va a finire”.

19.51 - Sono ufficiali le formazioni della sfida di Champions League Real Madrid-Napoli, valevole per la quinta giornata del Gruppo C. Mazzarri per il suo ritorno nella massima competizione europea dopo 4277 giorni si affida di nuovo al 4-3-3. Tra i pali torna dopo l’infortunio Meret. Linea a quattro formata da Di Lorenzo, Rrahmani, Natan e Juan Jesus. In mediana confermato il centrocampo dei titolarissimi, con Lobotka in cabina di regia e Anguissa, Zielinski ai lati. In attacco c’è spazio dal 1’ per Simeone, completano il tridente Politano e Kvaratkshelia.

REAL MADRID (4-3-1-2): Lunin; Carvajal, Alaba, Rudiger, Mendy; Valverde, Ceballos, Kroos; Bellingham; Brahim Diaz, Rodrygo. All. Ancelotti.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Natan, Juan Jesus; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Simeone, Kvaratskhelia. All. Mazzarri.

18.05 - Col passare delle ore e l'avvicinarsi del fischio d'inizio di Real Madrid-Napoli, si fa sempre più calda l'atmosfera a Madrid. Noi di TuttoNapoli.net siamo stati al Napoli Club Madrid, proprio in questi minuti, dove sono già tutti in clima partita. Qui le immagini del nostro inviato.

17:50 - Come di consueto, nel giorno della partita di Champions League, si è tenuto il pranzo UEFA tra le due società. I vertici di Napoli e Real Madrid hanno pranzato insieme nella capitale spagnola e poco fa Aurelio De Laurentiis ha postato uno scatto che lo ritrae con suo figlio e vicepresidente Edoardo De Laurentiis e soprattutto Florentino Perez, presidente dei Blancos: "Lunga e profonda amicizia con il Real Madrid", ha scritto il patron azzurro.

16.43 - "Nostra amata maglia", uno dei cori più celebri dei tifosi del Napoli, arriva in centro a Madrid, dove l'atmosfera comincia a farsi caldissima in vista del match di Champions League di stasera. Alla Puerta del Sol, cuore della capitale spagnola, sono tantissimi i sostenitori partenopei. Qui il video del nostro inviato.

Dopo aver battuto ieri il Feyenoord a Rotterdam, oggi Diego Pablo Simeone è rientrato a Madrid. E ha sfruttato il fatto che nella capitale spagnola ci fosse anche il Napoli, di scena stasera contro il Real Madrid, per passare a trovare suo figlio Giovanni. L'allenatore spagnolo ha fatto visita al Napoli, e ovviamente al Cholito, nel ritiro madrileno.

Walter Mazzarri valuta attentamente le condizioni di Victor Osimhen. In questo momento l'attaccante nigeriano sembra non avere i novanta minuti nelle gambe e, per questo motivo, l'allenatore degli azzurri - rivela Sky - sarebbe tentato da affidare una maglia da titolare a Giovanni Simeone

Questa sarà la prima partita di Champions di Walter Mazzarri dalla sconfitta per 4-1 subita alla guida dei partenopei contro il Chelsea agli ottavi nel marzo 2012; quello di 11 anni e 260 giorni è il quinto intervallo di tempo più lungo tra una partita e la successiva per un allenatore nella storia della competizione.

Il Napoli è ad un passo dalla qualificazioni agli ottavi e potrebbe staccare il pass per gli ottavi anche questa sera: in caso di combinazione favorevole potrebbe riuscirsi addirittura perdendo a Madrid. Il Napoli, secondo a 7 punti, col Real primo a 12 e già qualificato, accederà ufficialmente al turno successivo se batte il Real Madrid, pareggia col Real Madrid e il Braga non vince contro l'Union oppure perde col Real Madrid e il Braga perde contro l'Union. In ogni caso, basterà nella peggiore delle ipotesi un punto al Maradona nell'ultima gara del girone per ottenere la qualificazione.

Amici di Tuttonapoli, buonasera e benvenuti alla diretta testuale di Real Madrid-Napoli