Sarà il modulo a scegliere il nuovo allenatore

29.04.2021 08:44 di Arturo Minervini Twitter:    Vedi letture
Sarà il modulo a scegliere il nuovo allenatore
TuttoNapoli.net
© foto di PhotoViews

Chi arriva? Ai tifosi, giustamente, poco interessa in questa fase. Il campo è per chi osserva la priorità, con un Napoli impegnato a raggiungere l’obiettivo di inizio stagione, quella Champions che si era maledettamente complicata nel periodo più nero del campionato. 

Quel periodo che ha creato una crepa forse non sanabile tra Gattuso e De Laurentiis, quella crepa che ha spinto il patron ad iniziare valutazioni sul possibile erede di Ringhio. 

Dopo tanti nomi, suggestivi ritorni, pindarici voli e tutto il solito comparto di eccessi che riguarda il calciomercato, siamo forse giunti ad un punto d’arrivo: a scegliere il nuovo allenatore sarà il modulo che in questo momento sta permettendo al Napoli di esprimere un calcio brillante e che porta risultati. 

De Laurentiis non ha intenzione di stravolgere il giocattolo, è soddisfatto di come la squadra stia affrontando questa ultima fetta di campionato e vorrebbe dunque un tecnico capace di inserirsi nel solco tracciato del 4-2-3-1. Un modulo che valorizza Osimhen e Zielinski, dando comunque a Mertens la possibilità di giocarsi le sue chance talvolta da centravanti, altre da trequartista. 

Non è dunque un caso che Luciano Spalletti sia balzato in cima alla lista del patron. Il profilo è quello che attrae De Laurentiis: uno in cerca di rilancio, che sul 4-2-3-1 ha costruito squadre che hanno espresso un gran gioco, anche se in Italia è mancato sempre l’ultimo passo decisivo per conquistare una vittoria di prestigio. Su quell’idea di gioco potrebbe però basarsi un accordo con Spalletti e De Laurentiis: diventato il designato successore di Gattuso proprio perché sostenitore di quel modulo che ora sta facendo volare il Napoli.