TN - San Paolo, tutti i dettagli della convenzione: concerti, attività commerciali, biglietti omaggio. Attenzione per pista e terreno

22.01.2019 12:30 di Dario De Martino Twitter:   articolo letto 24274 volte
TN - San Paolo, tutti i dettagli della convenzione: concerti, attività commerciali, biglietti omaggio. Attenzione per pista e terreno

(di Dario De Martino) E' il momento della svolta per lo stadio San Paolo: non solo per i lavori in corso che rammoderneranno l'impianto, ma anche per i rapporti tra il Napoli e il Comune. Palazzo San Giacomo ha messo in mora il club per il pagamento del dovuto per l’uso dello stadio San Paolo nelle stagioni 2016/17 e 2017/18. La cifra richiesta da Palazzo San Giacomo è di quasi 4 milioni e mezzo: 1.972.323,25 euro per la stagione 2016/17 e 2.500.921,69 euro per quella successiva. È l’equivalente del 10% sull’incasso netto delle 55 partite giocate dal Napoli nel corso delle due stagioni. Costi elevati per il club di De Laurentiis: è lo scotto di non avere una convenzione valida in corso per l'utilizzo dello stadio. Palazzo San Giacomo, però, ha anche stilato lo schema di convenzione che dovrà essere approvato dal Consiglio Comunale (martedì 29 la prima data utile in cui si riunirà l'assise cittadina) ma soprattutto firmato dal club. Bisognerà attendere, ora, la reazione del Napoli. Il Comune nei documenti inviati ieri al club ha spiegato di attendere il club a Palazzo San Giacomo, De Laurentiis ne aveva dato disponibilità secondo le lettere scritte dai dirigenti comunali, entro fine mese per accordarsi sulla convenzione. L'accordo quadro realizzato dai dirigenti di Palazzo San Giacomo prevede un canone di 850mila euro annui, più altri 50mila per la pubblicità, e una durata di 5 anni rinnovabili per altri 5 se le parti saranno d'accordo. Ma oltre i costi e la durata, ci sono tanti altri dettagli, che Tuttonapoli è in grado di rivelare, nelle 40 pagine di cui è composta la convenzione. 

SPESE  E BIGLIETTI OMAGGIO. Al club spetteranno le spese per il controllo dei varchi di accesso allo Stadio e di servizio d'ordine all'interno dello stadio (steward) e la manutenzione ordinaria e straordinaria del terreno di gioco. A carico del Comune l'erogazione dell'acqua, dell'energia elettrica e del riscaldamento, oltre che le periodiche operazioni di bonifica e derattizzazione. Il club, inoltre, dovrà riservare 150 posti in tribuna Autorità per il Comune ad ogni partita.

ALLENAMENTI E SHOW. Oltre alle partite di campionato e delle coppe e le eventuali amichevoli, il Napoli potrà svolgere al San Paolo anche due allenamenti settimanali. Il giorno dell'allenamento dovrà essere comunicato al Comune due giorni prima o al limite il giorno precedente in caso di eventi particolari. Viene anche prevista l'ipotesi di organizzare spettacoli o "altre forme di intrattenimento" prima e dopo la partita. Queste, però, dovranno essere comunicate al Comune 7 giorni prima dell'evento. 

CONCERTI E TERRENO DI GIOCO. Il Comune si riserva la possibilità di svolgere spettacoli e concerti, ma con una distinzione temporale. Durante la stagione, senza ovviamente intralciare il calendario degli azzurri, Palazzo San Giacomo potrà utilizzare per questi eventi tutto lo stadio tranne il terreno di gioco. In estate può utilizzare anche il terreno di gioco ma non oltre il 1 luglio. Il rispetto delle buone condizioni del campo è un punto importante della convenzione. Il Comune si impegna ad adottare gli accorgimenti necessari, suggeriti dal club, per evitare o limitare i danni al terreno di gioco, ad assicurare di lasciare il terreno di gioco nelle condizioni in cui l'ha trovato oltre che per i concerti anche per gli eventi di atletica leggera e garantisce, nel caso di eventuali danni, il ripristino dello stato dei luoghi. 

PISTA D'ATLETICA. Se il Comune si impegna a "stare attento" al campo di gioco, il club dovrà fare particolare attenzione alla pista d'atletica, rinnovata con i lavori in corso per le Universiadi. Il club potrà accedere al terreno di gioco con mezzi meccanici o a motori leggeri solo attraverso la porta Maratona e con appositi teli protettivi e pedane sopraelevate. Se proprio fosse necessario transitare lungo la pista, il club dovrà rispettare le direttive del Comune e transitare con mezzi dotati di pneumatici a bassa pressione. E ancora: se i cartelloni pubblicitari invadono la pista d'atletica, il club dovrà prevedere l'uso di appositi teli e supporti protettivi. 

ATTIVITA' COMMERCIALI. Nella convenzione un articolo è dedicato anche alle attività commerciali. Il club, avuta l'autorizzazione dal Comune, potrà svolgere attività commerciali all'interno dell'impianto. Il club potrà installare punti di vendita mobili e effettuare attività temporanea di ristorazione e bouvette all'interno dello stadio.