Le due cessioni che possono accendere il mercato del Napoli

Si viene e si va, come in una canzone di Ligabue. E in casa Napoli si cede prima e poi si compra: questo il diktat imposto da Aurelio
24.06.2022 08:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Fonte: di Arturo Minervini per TMW
Le due cessioni che possono accendere il mercato del Napoli
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Si viene e si va, come in una canzone di Ligabue. E in casa Napoli si cede prima e poi si compra: questo il diktat imposto da Aurelio De Laurentiis che ha già avviato questa politica inserendo Khvicha Kvaratskhelia e Matias Olivera dopo gli addii (da svincolati) di Lorenzo Insigne e Faouzi Ghoulam. Sarà questo il criterio che indirizzerà le prossime mosse di Cristiano Giuntoli, che tiene in piedi diverse trattative ma non può ancora affondare iil colpo senza sistemare i calciatori in uscita. Oltre ai casi da prima pagina, che riguardano Koulibaly e Fabiàn sempre al centro di diversi rumors di mercato, ci sono le situazioni di Andrea Petagna e Adam Ounas.

A caccia di acquirenti
Andrea Petagna vuole cambiare aria. Era già stato ad un passo dall’addio la scorsa estate, convinto poi da Spalletti dopo il gol contro il Genoa alla seconda giornata dello scorso campionato con il labiale che divenne subito virale ‘Tu resti qui! Tu resti qui!”. A distanza di quasi un anno, però, la volontà dell’attaccante sembra di nuovo essere quella di cambiare aria, dopo aver giocato appena 9 volte in tutte le competizioni lo scorso anno. L’ex attaccante della Spal continua ad avere diversi estimatori in Serie A, con Monza, Torino e Sampdoria che osservano con interesse la situazione. Il Napoli, come sempre accade con De Laurentiis, non ha nessuna intenzione di fare sconti: il club valuta Petagna una cifra vicina ai quindici milioni.

Un altro calciatore in scadenza
Adam Ounas aveva iniziato la stagione raccogliendo subito consensi da Spalletti. La capacità di saltare l’uomo, l’intuizione improvvisa, il guizzo nello stretto avevano convinto il tecnico a puntare sull’algerino, togliendo dal mercato a fine agosto così come era accaduto con Petagna. La stagione, però, non è stata quella che Ounas e il Napoli si aspettavano: titolare una sola volta in campionato, con 2 reti segnate in Europa League e tante opportunità non colte. Il classe ’96 ha il contratto in scadenza nel giugno 2023 ed ha rifiutato le proposte di rinnovo del Napoli che sarà costretto a cederlo in questa sessione di mercato. La speranza del club è provare a monetizzare, a lui pensano Monza e Torino più delle altre. Con le uscite di Petagna e Ounas si potrebbe sbloccare il mercato in entrata nel reparto offensivo, con Gerard Deulofeu che da tempo attende di vestirsi d’azzurro. Prima, però, bisogna cedere per acquistare. È la regola che il Napoli si è dato e che non subirà eccezioni.