RILEGGI LIVE - Xavi in conferenza: "Dura contro un tecnico nuovo, ma non firmo per il pari!". De Jong: "Occhio a Kvara!"

Il tecnico del Barcellona Xavi Hernandez dalle 18.15 interverrà nella sala conferenze dello Stadio Diego Armando Maradona
20.02.2024 19:01 di  Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
RILEGGI LIVE - Xavi in conferenza: "Dura contro un tecnico nuovo, ma non firmo per il pari!". De Jong: "Occhio a Kvara!"

Alla vigilia dell'andata degli ottavi di Champions contro il Napoli, il tecnico del Barcellona Xavi Hernandez dalle 18.15 interverrà nella sala conferenze dello Stadio Diego Armando Maradona per rispondere alle domande della stampa. Ad affiancarlo in conferenza ci sarà il centrocampista Frenkie de Jong. Su Tuttonapoli.net, come di consueto, la diretta testuale della conferenza stampa.

18.29 - Comincia la conferenza stampa di Frenkie de Jong: "Futuro? La verità è che ultimamente sono un po' arrabbiato per tutto ciò che la stampa scrive. Vengono scritte molte cose che non sono vere e non riesco a capirne il motivo. Alcuni giornalisti dicono cose non vere, delle bugie, e non so perché non vi vergogniate a dire determinate cose. Mi sto irritando un po'".

Sulla partita: come ci arrivate? "Siamo molto carichi perché sono due anni che non arriviamo a questa fase, c'è gran voglia di scendere in campo".

Cosa ti fa più arrabbiare? Accetterai il rinnovo? "Parlate molto del mio contratto, della mia situazione, dell'ingaggio. Ma c'è molto fumo, ci sono molte bugie. Fate delle cifre che sono molto lontane dalla realtà, è stata inventata una storia non vera. Sono molto felice al Barcellona, ho sempre detto che è il club dei miei sogni. Spero di continuare a giocare qui per molti anni. Io so che scrivete cose non vere perché sono il protagonista di queste chiacchiere. Credo che lo facciate anche con altri giocatori. Non ho la sensazione che questa cosa cambierà, ma credo che dovreste farlo. State inventando cose che non sono la verità".

Hai ricevuto offerte di rinnovo? "Mundo Deportivo scrive molto del mio futuro, anche oggi. Perché scrivete cose che non sono la realtà? Perché inventate cose?"

Napoli in crisi: cosa vi aspettate? Il Napoli ha una squadra molto forte, con giocatori di masismo livello. Sono i campioni d'Italia e hanno molta qualità. Stanno facendo più fatica quest'anno in campionato, ma sono arrivati agli ottavi di Champions League e quindi sarà sicuramente una partita difficile".

Cosa pensi di Kvaratskhelia? "E' un giocatore di livello altissimo, fa la differenza, ha l'uno contro uno, il gol, l'ultimo passaggio. E' un giocatore da tenere d'occhio domani".

Come si prepara una partita contro un tecnico nuovo? "Noi le prepariamo bene tutte, non solo queste che sono speciali. Lo staff ci mostra di tutto e di più e lo faremo anche stavolta".

18:37 - Termina la conferenza stampa di de Jong. A breve arriverà Xavi.

18.44 - Arriva Xavi in sala stampa, comincia la conferenza stampa: "Per noi tornare agli ottavi rappresenta una speranza. Vogliamo arrivare ai quarti. Domani dovremo far vedere tutto ciò su cui abbiamo lavorato, ci sono i presupposti per fare una grande partita. Il Napoli ha cambiato allenatore in maniera sorprendente. Avranno avuto sicuramente i loro motivi. Si tratta di un allenatore che ha già lavorato qui. Nn è facile preparare la partita con questo cambio di allenatore, ma noi dovremo mostrare personalità e fare tutto bene, in attacco e in difesa, anche perché giochiamo contro i campioni d'Italia. Politano, Osimhen e Kvaratskhelia formano un gran bell'attacco, sono giocatori di primissimo livello".

Percentuali di superamento turno? "Sarà 50 e 50. Abbiamo vinto LaLiga noi e lo Scudetto loro, la nostra stagione come la loro quest'anno è irregolare. Sicuramente non ci saranno favoriti, poi vedremo domani".

Su Lewandowski. "Gli ottavi di Champions sono il palcoscenico giusto per mostrare le proprie qualità. Io ho speranza di fare una gran partita. Lewandowski è un leader, lo sta dimostrando ora dopo un momento difficile. Ma non è l'unico".

Cosa ti aspetti dal nuovo Napoli? "Non lo so, domani vedremo che assetto tattico verrà utilizzato. Ma ci cambia molto poco. Stiamo analizzando il modo di giocare del Napoli, che con Mazzarri faceva anche la difesa a cinque, con Calzona saranno a quattro, ma non è tanto importante. La cosa più importante è avere il dominio in campo, al di là dell'allenatore della squadra avversaria".

De Jong è arrabbiato per le notizie false sul suo futuro. "Lo capisco perfettamente, succede a tutti quelli che vengono al Barcellona, si dicono troppe bugie. Frenkie è stato molto bene con noi finora e può rimanere a lungo al Barcellona. Per me e il mio modulo è un giocatore perfetto".

Volete zittire le critiche? "Noi non giochiamo per chiudere bocche, ma per i tifosi e per chi vuole che il club faccia bene. Il focus domani non sarà sulla critica o sulle ingiustizie, ma sugli ottavi di finale, un traguardo che non raggiungiamo da due anni. Dobbiamo goderci quest'ottavo di finale ed essere competitivi".

Siete pronti per vincere? "Abbiamo giocato con Porto e Shakhtar, se superiamo questo turno direte che sono i quarti il momento della verità. Non è così. Noi dobbiamo pensare a goderci la partita e questa competizione".

Come vive questa partita dopo l'annuncio sull'addio a fine stagione? "Come se non avessi annunciato nulla. Il Barcellona è il club della mia vita, non cambia nulla. Sono molto motivato e voglio trasmettere la mia motivazione ai calciatori. Abbiamo preparato la partita nel miglior modo possibile affinché i calciatori diano il meglio. La pressione si sente dal primo giorno, ora non cambia nulla. Quando giochi nel Barcellona si sente sempre la pressione". Come si prepara una partita così? "Per noi è fondamentale difendere bene. Dobbiamo attaccare bene e non subire transizioni. E' difficile fermare Politano, Osimhen o Kvaratskhelia, sono calciatori che possono fare la differenza".

Questo turno può cambiare l'impostazione della partita? "Dobbiamo essere più cauti perché siamo consapevoli che ci sarà il ritorno in casa. Proveremo a difendere con la palla, ma anche il Napoli cerca molto la palla e anche col cambio di allenatore sarà così. Ci aspetta una partita complicata".

Ancora sul futuro che sarà lontano da Barcellona. "Non dobbiamo pensare oltre, ma solo a raggiungere i quarti di finale. Annunciare l'addio a fine stagione è stata una cosa giusta. Tutti qui hanno dato tutto e lavorato al massimo".

Il Barcellona fa fatica in trasferta. E' uno svantaggio giocare prima a Napoli? "Si giocherà alla pari. Il Napoli ha una grande squadra, anche noi e ce la giocheremo. Non lo vedo come uno svantaggio, penso che la possibilità di vincere sia al 50%. Non vedo un favorito chiaro, dovremo dimostrarlo in campo".

Sarebbe contento di un pareggio? "Dipende da come andrà la partita. Noi andiamo in campo per vincere, siamo il Barcellona e ragioniamo così. Per me il pareggio non sarebbe un buon risultato, si va in campo per vincere. Poi se arriverà un pareggio valuteremo domani se sarà positivo o no, ricordandoci che dovranno venire a Barcellona a giocare".

Molti si chiedono se Xavi resterà fino a fine stagione, visti i risultati. Lei ha la sensazione che potrebbe essere esonerato? "No, non ho la sensazione che mi faranno fuori. Penso agli ottavi di Champions, non ci arriviamo da due anni e quindi dobbiamo goderceli. Bisogna pensare in positivo e io lo faccio, sono fatto così".

19:01 - Termina la conferenza stampa di Xavi.