Ex dir. Tuttosport: "Ancelotti ha fatto migliorare la mentalità anche parlando con rispetto della Juve"

Paolo De Paola, noto giornalista ed ex direttore di Tuttosport, intervenuto al microfono di Radio Crc
23.04.2019 23:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Ex dir. Tuttosport: "Ancelotti ha fatto migliorare la mentalità anche parlando con rispetto della Juve"

Con il secondo posto quasi assicurato e l'eliminazione dall'Europa League, restano pochi obiettivi al Napoli e quindi per tanti è già arrivato il tempo dei bilanci. A farne uno ci ha pensato Paolo De Paola, noto giornalista ed ex direttore di Tuttosport, intervenuto al microfono di Radio Crc: "Il Napoli di Ancelotti non ha fallito, sono cambiate diverse cose. Ad esempio c'è stato l'inserimento di una mentalità nuova, non solo in squadra ma anche nel tifo giornalistico partenopeo. La mentalità vincente si vede anche nel rispetto dell'avversario: Ancelotti parla sempre della Juventus con grande rispetto. Il Napoli è arrivato secondo in campionato, si è qualificata per la prossima Champions League, ha espresso un buon gioco: non si può parlare di fallimento. Se il Napoli, però, crea un'aspettativa di scudetto, bisogna far capire allora dove sta il salto di qualità: salto che al momento non vedo con De Laurentiis".

CRITICHE - "Bisogna ignorare i tifosi, cambiano sempre opinione: un giorno Ancelotti cancella Sarri nel cuore dei tifosi e quello dopo Ancelotti non è un allenatore vincente. Ancelotti, rispetto a Sarri, ha allargato la rosa. Il Napoli è calato fisicamente perchè la rosa non è sufficiente, il mercato non può essere promosso. Bisognerebbe ribadire un giudizio nei confronti del presidente: perchè ha rifiutato l'offerta di acquisizione del San Paolo? L'assessore Borriello ha detto che avrebbero anche lasciato della cubatura dinanzi lo stadio per svolgere esercizi commerciali. Se allora non c'è nemmeno questa volontà, bisogna trovare un socio forte. Guardiamo i nomi che accostano alla juve: se solo il 30% di questi nomi dovesse arrivare, i bianconeri aumenterebbero ulteriormente il gap. Inoltre ancora mancano le milanesi che dalla prossima stagione credo torneranno ad essere competitive".