Vicepresidente UEFA: "Se lo scudetto non viene assegnato non è la fine del mondo"

Giancarlo Abete, vicepresidente UEFA, ha parlato della ripartenza del calcio nel corso della trasmissione 'Radio Goal' su Radio Kiss Kiss Napoli
28.05.2020 15:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Vicepresidente UEFA: "Se lo scudetto non viene assegnato non è la fine del mondo"

Giancarlo Abete, vicepresidente UEFA, ha parlato della ripartenza del calcio nel corso della trasmissione 'Radio Goal' su Radio Kiss Kiss Napoli: "Siamo tutti consapevoli delle difficoltà che comporterebbe la ripartenza, ma bisogna provarci, come fanno altri settori. Certe volte la ripartenza è peggiore del fermo perché emergono una pluralità di problemi che quando si sta fermi non emergono. E spesso anche i costi di ripartenza sono maggiori rispetto ai ricavi. Ma il paese deve ripartire, per cui spero che oggi arrivi una decisione positiva dal Governo".

IPOTESI PLAYOFF - "Da una parte dovrei essere totalmente favorevole perché li ho introdotti nel calcio italiano negli anni Novanta, in Serie C, così come feci con i tre punti. Diciamo che in Serie A, però, i playoff non mi piacciono. Una cosa è attivare i playoff in relazione a posizioni utili, un'altra cosa è mettere in discussione una posizione di classifica. Il problema dello scudetto si collega alla necessita di format dei campionati. Se non venisse assegnato un anno lo scudetto, non sarebbe la fine del mondo. Ma, se fossero una necessità, i playoff potrebbero essere una seconda scelta, un'alternativa".