VIDEO - L'editoriale di Chiariello: "Questione Pecoraro, Nicchi pubblichi gli audio o si dimetta!"

Il giornalista Umberto Chiariello ha parlato ai microfoni di Canale 21 con l’editoriale di Campania Sport:
03.05.2020 22:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
VIDEO - L'editoriale di Chiariello: "Questione Pecoraro, Nicchi pubblichi gli audio o si dimetta!"

Il giornalista Umberto Chiariello ha parlato ai microfoni di Canale 21 con l’editoriale di Campania Sport: “Il primo ministro Conte va in diretta nazionale e annuncia la ripartenza per il 18 maggio degli sport collettivi, mezz’ora dopo il suo Ministro dello Sport Spadafora lo smentisce. Conflitti di competenza a go go. Serve un chiarimento".

CONVIVERE COL VIRUS - "Se vogliamo fare un discorso morale sul calcio sbagliamo pesantemente, in un'epoca in cui ci sono i morti si può pensare al Calcio? Allora chiedo nel momento in cui ci sono tutti i decessi si può ai beni di lusso? C’è un particolare, le esportazioni dell’Italia sono rette proprio sul futile, sul Made in Italy. Quindi così si ammazza il bilancio dello Stato italiano, senza Calcio aumenta il deficit pubblico e poi muoiono anche gli altri sport che sono finanziati dal mondo del pallone. Il rischio zero lo avremo solo nel 2022 e quindi si deve giocare convivendo col virus e usando i protocolli". 

QUESTIONE PECORARO - "L’ex procuratore della FIGC Pecoraro, nell’intervista al Mattino di stamattina, dice che ci sono stati due particolari episodi quando era alla procura. Il primo quello di Mazzoleni quando non sospese la partita Inter-Napoli per cori razzisti nei confronti di Koulibaly, l’arbitro interrogato da Pecoraro disse che non aveva sentito nulla e questo sconvolse il procuratore. Il secondo episodio in Inter-Juve, il procuratore chiese in particolare l’audio di Orsato col VAR, ma ciò non gli mai stato mandato. Perché Pecoraro non hai alzato un polverone dopo non aver avuto quell’audio? Queste operazioni postume vanno prese con le pinze, le cose dichiarare sono gravi. Ora per metter a tacere questo episodio Nicchi o si dimette o domani mattina pubblica gli audio“.